24/07/2024

Upc Tavagnacco Primavera, Elena Govetto : “Il virus ha fermato il campionato ma non potrà mai spegnere la nostra passione per questo sport”

Centravanti altruista e generosa che fa della velocità e del controllo di palla il suo maggior punto di forza, predilige giostrare da seconda punta, mettendo in mostra la sua spiccata visione di gioco a sostegno delle compagne di reparto.

Cresciuta nella squadra friulana, è stata autrice di 8 reti nella squadra giovanile, assaporando anche la gioia di disputare degli allenamenti con la prima squadra militante nella massima serie.

Luci della ribalta per Elena Govetto, classe 2000, giovane ed interessante calciatrice di prospettiva della Upc Tavagnacco, squadra quinta classificata nel girone A del campionato Primavera con 21 punti, frutto di 6 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte.

Ciao Elena, come è nata la tua passione per il calcio ?

Ho vaghi ricordi da piccina, mi dicono che sia stata determinante nella mia scelta l’influenza di mio padre, un ex calciatore, con il quale passavo spesso le serate davanti alla tv per vedere le partite di calcio, incuriosita dalla figura del portiere; il mio approccio con la palla è stato alquanto naturale, a partire dai 5 anni ho iniziato a tirare i primi calci ad un pallone con i maschietti fino ad arrivare all’età di 13 anni allorquando sono approdata nel femminile con il Tavagnacco, seguendo la trafila delle giovanili della squadra Primavera.

Il tuo idolo

Noi friulane siamo cresciute con il mito di Totò Di Natale, un’autentica bandiera dell’Udinese ed un esempio per noi giovani; tra le ragazze mi piace molto Cristiana Girelli della Juventus per il temperamento e la determinazione sotto rete.

La stagione della squadra Primavera

Il nostro obiettivo consisteva nell’arrivare tra le prime quattro del girone ed inizialmente devo ammettere che ci stavamo riuscendo poi abbiamo avuto un calo dopo la gara persa con la Juventus ed è stato difficile recuperare posizioni; resta comunque il rammarico di non aver potuto disputare le gare del ritorno.

 

La tua personale annata

Sono soddisfatta del mio rendimento e delle mie 8 reti realizzate ma avrei voluto e potuto dare ancora di più se il torneo non fosse stato sospeso; il ricordo più bello resta la trionfale goleada ottenuta in trasferta sul campo della Novese dove siamo andate a vincere per 16-0.

Il vostro rito propiziatorio

Ad inizio di ogni gara il capitano ed il vice fanno partire un urlo di incoraggiamento che poi viene ripetuto ad alta voce da tutta la squadra e dallo staff completo; questo è il nostro modo di incoraggiarci e di prendere coraggio prima di scendere in campo.

Prospettive per il futuro

Sarebbe bello poter arrivare a giocare in prima squadra dove aver provato lo scorso anno la grande emozione di potersi allenare per due settimane con le ragazze della serie A ma allo stesso tempo sarà importante conciliare la vita extra calcistica con l’attività agonistica; il prossimo anno mi troverò ad un bivio perché proverò a superare la selezione a numero chiuso per iscrivermi alla facoltà di Scienze della Formazione Primaria; siamo consapevoli, purtroppo, che nel nostro settore non si può ambire di vivere di solo calcio ma ciononostante non vorrei mai smettere di giocare, portando avanti con forza e determinazione la mia passione, il vero motore per far ripartire il sipario su un palcoscenico per ora desolatamente chiuso ed abbandonato.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer