SHARE

Alla scoperta di Alessia Giudici, classe 1996, mezz’ala o trequartista dotata di tecnica e visione di gioco in forza al Cortefranca, squadra capolista del girone B di serie C.

Ciao Alessia, per iniziare una breve descrizione della tua carriera

“Ho iniziato a giocare nell’oratorio del mio paese con i maschietti per poi passare nel femminile con il Brescia dove ho militato fino alla categoria esordienti; a seguire ho giocato per il Franciacorta, Rovato, Chiari e Cortefranca con la quale sto disputando la terza stagione di fila; ho avuto modo di far parte anche della rappresentativa lombarda con cui ho vinto il tdr in Abruzzo nel 2018”.

La stagione in corso

“Prima del campionato ci eravamo prefissati di migliorare la posizione dello scorso anno, senza ambire necessariamente alla promozione; nel corso del tempo abbiamo rivisto i programmi, prendendo consapevolezza dei nostri mezzi per alzare l’asticella degli obiettivi”.

Le avversarie

“Il Trento è una valida antagonista ma più di tutte il Brixen è la squadra che ci ha maggiormente impressionato; sono certo che con la giovane età delle ragazze a disposizione nella rosa, potrà recitare un ruolo da protagonista nella prossima stagione”.

I punti di forza della squadra

“Quando le cose vanno bene è facile essere uniti ma è nella difficoltà che emergono i valori e lo spirito di gruppo; abbiamo imparato a lottare insieme nei momenti difficili facendo squadra anche se alcune situazioni potevano portarci a dividerci; in quelle circostanze è emerso il nostro vero valore aggiunto”.

L’ambiente

“Lo staff è molto organizzato con personale preparato ed altamente competitivo con allenamenti stimolanti che ci portano ad una sana competizione per tirare fuori il meglio di noi stesse, consapevoli di appartenere ad un gruppo numeroso e di qualità dove il posto da titolare o la possibilità di giocare uno spezzone di gare te lo devi meritare con sudore e sacrificio”.