SHARE

Attaccante rapida nei movimenti e prolifica in area di rigore, è la vice bomber della squadra con 10 marcature, dietro il capocannoniere Levis.

Cresciuta nel Varzi, ha militato nel Voghera e nell’Alessandria prima di approdare alla squadra piemontese di Novi Ligure con la quale sta disputando la seconda stagione di fila.

Gentile omaggio nel giorno del suo compleanno per Serena Accoliti, classe 1999, pedina chiave dello scacchiere della Novese, squadra campione d’invero del girone A della serie C con due punti di vantaggio sul Pinerolo.

Ciao Serena, per iniziare, una tua breve presentazione

Ciao sono Serena Accoliti, sono una punta abbastanza veloce e rapida nei movimenti, preferisco usare il piede destro ma so calciare bene anche con il sinistro; agisco da attaccante anche se gli anni scorsi sono stata impiegata come esterno; mi riesce bene difendere la palla quando mi viene servita, per il resto ho comunque diversi aspetti da migliorare sia a livello atletico che tecnico.

Come è nata la tua passione per il calcio ?

Ho iniziato a giocare a calcio all’età di 6-7 anni, a Varzi, un paese a circa un’ora di distanza da Novi Ligure, coinvolta da mio fratello a dare calci ad un pallone nel cortile di casa.

In quali squadre hai finora militato ?

Fino ai 15 anni ho giocato nella squadra maschile del Varzi, a seguire ho disputato due stagioni nel Voghera in serie C, un anno nell’Alessandria in serie B prima di approdare alla Novese, con la quale sto disputando la mia seconda stagione.

Un bilancio del girone d’andata chiuso al primo posto in classifica

Sono molto soddisfatta di come siano andate le cose nel girone d’andata, occorre sempre mantenere alta la concentrazione e continuare su questa direzione fino alla fine della stagione.

Il Pinerolo è un valido concorrente alla vittoria del girone, sarà dura ma se vogliamo vincere il campionato non possiamo permetterci di commettere errori così come è accaduto ad esempio nell’unica sconfitta con il Campomorone Lady.

Il nostro obiettivo di partenza era semplicemente far bene e dare il massimo, non ci saremmo aspettati di ritrovarci primi in classifica.

Cinquina al femminile Juventus nell’ultima gara disputata

Siamo state aggressive e concentrate, non abbiamo permesso alle nostre avversarie di tirare in porta se non in due circostanze, pur non segnando ho contribuito alla vittoria con un mio assist.

A chi ti ispiri come calciatrice ?

I miei idoli sono Leo Messi, Pato e Neymar nel maschile mentre nel femminile ammiro Bonansea.

 

vice bomber, 10 reti,