21/07/2024

Oggi analizzeremo il gruppo B, formato dalla Germania, al 2° posto nel ranking Fifa, Spagna, Cina e Sudafrica, rispettivamente al 13mo, 16mo e 50mo posto. Sulla carta le tedesche sono favoritissime per la vittoria del girone e in lizza per il titolo mondiale: la Spagna e la Cina si contenderanno secondo e terzo posto, con le iberiche leggermente favorite. Difficile il passaggio al secondo turno per le africane.

Germania
Soprannominata “Die Nationalelf” che significa semplicemente la squadra nazionale, la Germania si è assicurata la partecipazione al mondiale conquistando il primo posto nel girone di qualificazione con estrema facilità, vincendo tutte le gare eccetto una contro l’Islanda. Campionesse olimpiche in carica, ambiscono al titolo mondiale anche se all’ultimo Europeo hanno deluso molto, venendo eliminate dalla Danimarca.
Quasi tutte le atlete giocano in Bundesliga tranne il difensore Carolin Simon (26 anni) e la centrocampista offensiva Dzsenifer Marozsan (27 anni), entrambe giocatrici del pluridecorato Lione, anche se risulta difficile individuare una giocatrice di rilievo in questo team così denso di talenti, eleggiamo Maroszan come miglior giocatrice di questa compagine: un pallone d’oro e tanti titoli per questa ragazza dalle origini ungheresi, ha dato quel valore aggiunto durante le qualificazioni con prestazioni maiuscole, condite con un goal e tre assist. Potremmo parlare anche dei difensori Katrhin Heindrich e Johanna Elsig o delle centrocampiste del Bayern, Sara Dabritz e Melanie Leupolz, ma ci dilungheremmo troppo.
Il tecnico è Martina Woss-Tecklenburg, 52enne di Duisburg, più conosciuta come allenatrice che calciatrice, è stata alla guida della nazionale svizzera dal 2012 all’inizio di quest’anno, per poi sedere sulla panchina del team germanico, con il quale sta affrontando una delicata fase di transizione, caratterizzata dal ringiovanimento progressivo della rosa, ma sulle capacità della corazzata teutonica non c’è da scherzare: saranno un osso duro per tutte.
Le convocate della Germania
1 Schult, 2 Simon, 3 Hendrich, 4 Maier, 5 Hegering, 6 Oberdorf, 7 Schueller, 8 Goessling, 9 Huth, 10 Maroszan, 11 Popp, 12 Benkhart, 13 Dabritz, 14 Elsig, 15 Gwinn, 16 Dallmann, 17 Scweers, 18 Leupolz, 18 Buehl, 20 Magull, 21 Frohms, 22 Knaak, 23 Doorsoun

Spagna
La Roja” ovvero “La rossa”, così chiamata in patria ha dominato il proprio girone di qualificazione vincendo tutte le gare. Sette le reti in questo percorso da parte dell’attaccante dell’Atletico Madrid, Jennifer Hermoso Fuentes. Quasi tutte le atlete giocano nel massimo campionato iberico e alcune sono davvero degne di nota. È d’obbligo iniziare da Irene Paredes, 27enne del PSG, è una ragazza carismatica, una dei migliori difensori centrali al mondo e autrice di ben 4 goal nel girone di qualificazione; Marta Torrejon Moya 29enne in forza al Barcellona, altro pilastro della difesa e la bomber 29enne dell’Atletico Madrid, Jennifer Hermoso già citata in premessa. Ma potremmo citare anche Vicky Losada, Marta Torrejon e Mariona, altre tre giocatrici di livello assoluto che fanno sì che l’11 delle iberiche sia davvero di grandissimo spessore. Alla guida della “Roja” troviamo il 37enne Jorge Vilda Rodriguez ormai dal 2015, dopo aver allenato le nazionali spagnole giovanili è approdato alla nazionale maggiore, inoltre ha ricevuto nel 2014 il premio come miglior allenatore dell’anno di un team femminile.
Le convocate della Spagna
1 Gallardo, 2 Jimenez, 3 Ouhabi, 4 Paredes, 5 Andres, 6 Losada, 7 Corredera, 8 Torrejon, 9 Mariona, 10 Hermoso, 11 Putellas, 12 Guijarro, 13 Panos, 14 Torrecilla, 15 Meseguer, 16 Leon, 17 Garcia, 18 Bonmati, 19 Sampedro, 20 Pereira, 21 Falcon, 22 Garcia, 23 Quinones

Cina
Le chiamano “Steel Roses” o “Rose d’Acciaio”. La Cina si è qualificata grazie al terzo posto ottenuto nella Coppa delle Nazioni Asiatiche del 2018 imponendosi sulla Thailandia per 3-1, determinante l’apporto di Li Ying con 7 centri in 5 partite. Tutte le atlete sono impegnate in patria, tranne la 24enne attaccante del PSG, Wang Shuang, il punto di forza di questa squadra è appunto Li Ying, 24 goal in 92 presenze con le “Rose d’Acciaio”, ha 26 anni, milita nello Shandong Ladies ed è una delle migliori giocatrici asiatiche. Questa nazionale, tra le più anziane del mondiale considerando l’età media delle giocatrici, è allenata da Jia Xiuquan, un ex attaccante classe ’63 che ha militato anche nel Partizan Belgrado. Una curiosità: fu il primo giocatore cinese della storia a giocare in una partita di Coppa Uefa: Partizan B. – Roma 4-2 nella stagione 1988-89.
Le convocate della Cina
1 Xu Huan, 2 Liu Shanshan, 3 Lin Yuping, 4 Lou Jiahui, 5 Wu Haiyan, 6 Han Peng, 7 Wang Shuang, 8 Li Jiayue, 9 Yang Li, 10 Li Yang, 11 Wang Shanshan, 12 Peng Shimeng, 13 Wang Yan, 14 Wang Ying, 15 Song Duan, 16 Li Wen, 17 Gu Yasha, 18 Bi Xiaolin, 19 Tan Ruyin, 20 Zhang Rui, 21 Yao Wei, 22 Luo Guiping, 23 Liu Yanqiu

Sudafrica
Le “Banyana Banyana”, vale a dire “Le Ragazze” in lingua zulu, si trovano alla prima partecipazione nella storia dei mondiali femminili grazie al secondo posto ottenuto nella sconfitta ai rigori contro la Nigeria nella finale della CAF Women’s Africa Cup 2018. Molte giocatrici giocano in patria, alcune in Cina altre in Europa tra Lituania, Svezia e Spagna, ci sono anche delle svincolate. Le punte di diamante di questa squadra sono Janine Van Wyk, 32enne giocatrice di grande esperienza: vanta ben 166 presenze in nazionale, record assoluto Sudafricano di tutte le nazionali di calcio comprese le maschili e l’attaccante del Pechino BG Phoenix, Thembi Kgatlana (23 anni) che in fase di qualificazione ha siglato ben 5 reti, risultando anche miglior giocatrice del torneo e sarà l’unica punta nel 4-5-1 proposto da Desiree Ellis. L’allenatrice già citata è il simbolo del calcio femminile sudafricano, ex centrocampista dell’Arsenal, fondatrice e capitano della nazionale Banyana Banyana è stata Calciatrice Africana dell’Anno nel 2000 e ha ricevuto la medaglia d’Argento Presidenziale per meriti sportivi.
Le convocate del Sud Africa
1 Mpuru, 2 Ramalepe, 3 Vilakazi, 4 Matlou, 5 Van Wyk, 6 Makhabane, 7 Dhlamini, 8 Fulutudilu, 9 Mthandi, 10 Motlhalo, 11 Kgatlana, 12 Seoposenwe, 13 Mbane, 14 Makhubela, 15 Jane, 16 Dlamini, 17 Smeda, 18 Gamede, 19 Biyana, 20 Swart, 21 Ndimeni, 22 Mulaudzi, 23 Holweni

Il calendario del gruppo B

Germania-Cina (8 giugno ore 15 – Rennes)
Spagna-Sudafrica (8 giugno ore 18 – Le Havre)

Germania-Spagna (12 giugno ore 18 – Valenciennes)
Sudafrica-Cina (13 giugno ore 21 – Parigi)

Sudafrica-Germania (17 giugno ore 18 – Montpellier)
Cina-Spagna (17 giugno ore 18 – Le Havre)

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer