25/05/2022

24 Giornata – 8 maggio 2022

Il Como Women continua la sua marcia serrata superando anche l’ostacolo Palermo, squadra già retrocessa in serie C, ma non per questo scesa in campo senza stimoli ed impegno. La squadra di de la Fuente prende subito in mano le redini dell’incontro e al 2’ Di Luzio parte a destra, si accentra, e appena entrata in area libera il suo sinistro che supera l’estremo difensore palermitano Pipitone: 1-0. Meglio di così non si poteva iniziare la gara, segnare subito in queste partite evita la chiusura degli avversari e rende il proseguo più agevole. E infatti ora il Como può spingere in avanti, ma senza l’assillo di dover sbloccare il risultato a tutti i costi: “adelante con juicio” come nei Promessi Sposi si esortava a procedere con prudenza…. E il Como Non rischia nulla e comunque preme, al 5’ Pipitone, che è preparata ad una giornata impegnativa, anticipa in uscita Di Luzio. Poco dopo è ancora l’esperta portiera siciliana a fare un miracolo respingendo di piede dopo il tocco di Carp da pochi metri, su assist delizioso di Di Luzio (autrice di una gara “matura” al di là del gol). Al 15’ show di Rigaglia, sombrero ad avversaria sulla trequarti, e tentativo di pallonetto delizioso, ma con poca fortuna. Il Palermo fatica ad uscire dalla sua metà campo, ogni ripartenza è bloccata e respinta dall’alta difesa lariana, che nulla concede. Al 26’ capitan Rizzon si concede anche un’occasione sottoporta su cross di Picchi, mandando però alto di prima intenzione da dentro l’area. Al 27’ una scatenata Picchi prova la soluzione dalla distanza, ma la palla sorvola la traversa.

Al 36’ la prima conclusione delle rosanero, con Cusmà che al volo su angolo di Piro indirizza verso la porta sigillata di Bettineschi, che blocca. Al 36’ ancora Pipitone a salvare in angolo su Carp. Al 40’ un’ispirata Rigaglia strappa applausi sulla destra, serve Carp, la cui conclusione da pochi metri è ribattuta in sacrifico da un difensore, poi Picchi in tap in manda alto. Gol nell’aria. Al 43’ grande intervento di Cecotti in difesa, che con eleganza supera un’avversaria e serve Di Luzio, che con altrettanto stile serve Rigaglia, che sola in area supera la conterranea per il 2-0. Dopo prima del duplice fischio Di Luzio prova dalla distanza ma manda alto.

Nella ripresa la vena positiva del Como Women non sembra esaurirsi e al 5’ ancora Rigaglia si infila in area a sinistra, mandando di poco a fil di palo; poco prima una palla in mezzo all’area non è stata deviata da nessuno.

All’11’ Rigaglia scatenata, salta avversaria, ma viene stesa al limite, giallo per Zito e occasione per le lariane. Carp calcia però debolmente la punizione senza creare problemi.

Al 17’ Di Luzio, caparbia sulla sinistra, pennella in area dal fondo, e stavolta, dopo un’infinità di splendidi interventi, Pipitone non blocca, la palla che rimane lì e “Peperino” Picchi è svelta ad approfittarne e a metterla dentro per il 3-0.

Al 21’ Carravetta (entrata da poco per Pastrenge) sfiora il palo con un rasoterra velenoso.

Al 25’ azione da manuale del Como, Di Luzio con una magia a metà campo ruba palla a due avversarie, serve la neoentrata Roventi che pennella un traversone alla Beckham in area con in contagiri, Picchi svetta di testa e realizza la sua personale doppietta e il gol del 4-0.

Carravetta serve Bianchi al limite e la 2004, dopo una sterzata, prova il tiro dal limite, palla alta. Al 30’ Roventi è pescata sola in ripartenza, ma tenta un pallonetto con scarsa fortuna, con palla sul fondo

Al 33’ Picchi quasi da fondo tenta un cross che quasi quasi entra in porta. Al 38’ Di Luzio in gol, di testa, rete annullata per fuorigioco, come poco prima annullato anche un suo gol di piede. Al 43’ sussulto palermitano, punizione di Licari, para Bettineschi. La gara si chiude senza recupero, il Como Women inanella l’ottava vittoria di fila, con un solo gol subito. Nel finale il gradito ritorno in campo di Cavicchia, infortunatasi a settembre alla prima di campionato: bentornata Federica! Un lungo applauso di uno strepitoso pubblico ha salutato il suo ingresso, tutto esaurito anche oggi al Giacinto Facchetti di Ponte Lambro. Buona prestazione della squadra in tutti i suoi elementi, ognuno ha fatto il suo dovere, un grande gruppo. Ennesima grande gara di Marta Vergani, in particolare. Domenica si andrà in trasferta contro il Cortefranca, per l’ultima gara esterna del campionato. Poi il 22 si chiuderà in casa contro la Roma. (dm)

Como Women – Palermo Femminile 4-0 (2-0)

Marcatori: 2’ p.t. D Luzio, 43’ p.t. Rigaglia, 17’ s.t. Picchi, 25’ s.t. Picchi

Como Women: Bettineschi, Cecotti, Lipman (22’ s.t. Bianchi), Rizzon, Vergani,Pastrenge (13’ s.t. Carravetta), Picchi (35’ s.t. Cavicchia), Hilaj (22’ s.t. Taborda), Rigaglia, Carp (22’ s.t. Roventi), Di Luzio. A disposizione: Small, Salvi, Dubini, Mariani.  All. Sebastian de la Fuente

Palermo Femminile: Pipitone, Talluto (19’ s.t. Viscuso S.), Barraza, Zito, Piro, Cusmà (26’ s.t. Intravaia), Lazzara, Ribellino (1’ s.t. Coco), Tarantino (14’ s.t. Licari), Impellitteri. A disposizione: Sorge.All. Antonella Licciardi

Arbitro: Daniele Orazietti, di Nichelino. Ass. 1 Anthony Cusumano, di Collegno, Ass. 2: Umberto Galasso, di Torino

Ammoniti: Zito (11’ s.t.)

Espulsi: nessuno

Angoli: 5-1

Recupero: 2’ + 0’

Note: Si torna a giocare a Ponte Lambro dopo oltre un mese, ultima gara contro Ravenna 27 marzo, vinta 3-0. Numeroso pubblico, tutto esaurito.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer