SHARE

A tu per tu con la calciatrice del mese, prodotto del vivaio del Tavagnacco : Elisa Donda, classe 2001, abile terzino che fa della rapidità velocità ed aggressività i suoi punti di forza, in grado di giocare su entrambe le fasce laterali.

Ciao Elisa, per iniziare una breve panoramica delle tue esperienze in carriera

“Ho iniziato a tirare i primi calci ad un pallone all’età di 6 anni, invogliato da mio padre e da mio fratello; ho giocato con i maschi fino ai 14 anni circa ed a seguire ho militato nelle giovanili del Tavagnacco, esordendo in prima squadra nel 2017, poi da li ho sempre giocato in Prima squadra sino ad oggi; ho fatto parte della nazionale under 17 con cui ho partecipato all’europeo in Lituania nel 2018 nonchè con la nazionale under 19”.

I momenti più belli della tua carriera

“Due sono i ricordi che rievoco con maggiore piacere: l’esordio in serie A nel 2017 e la partecipazione all’Europeo in Lituania nel 2017”

Punti di forza della squadra

“L’unione del gruppo, l’armonia e lo stare bene insieme, sono le caratteristiche che ci rendono una squadra forte e coesa, decisamente il nostro valore aggiunto”.

Il fattore campo

“Giocare in uno stadio vuoto è surreale, si sente la mancanza del pubblico ma specie in questo periodo, disputare le gare in una sorta di bolla, ti fa capire che il fattore campo è relativo, a dimostrazione del fatto che siamo riusciti a collezionare più punti in trasferta che in casa”.

Gli avversari del torneo

 “In un campionato equilibrato ed incerto, il Pomigliano mi ha particolarmente impressionato, dimostrandosi una squadra competitiva, difficile da affrontare”.

Prospettive per il futuro

“Al momento penso a fare bene con la maglia del Tavagnacco, augurandomi in prospettiva di diventare una calciatrice professionistica, pur non tralasciando lo studio”.

Obiettivi stagionali

“Abbiamo la fortuna di giocare in un ambiente tranquillo, dove non ci sono particolari pressioni; essendo una squadra retrocessa e con un passato di lunga militanza in serie A, era nelle nostre aspettative disputare un campionato nelle parti alte della classifica; dispiace aver perso l’ultima gara in modo beffardo ma siamo cariche e desiderose di tornare a fare punti a partire dal prossimo incontro con il Vicenza”.