24/07/2024

2a giornata girone eliminatorio – 29 luglio 2023

Dopo la bella ed emozionante vittoria ottenuta nella partita d’esordio contro l’Argentina, la nazionale italiana è chiamata all’impegno forse più complicato di questo girone eliminatorio.

Le ragazze azzurre infatti, affrontano la Svezia che una delle squadre favorite per la vittoria finale della Coppa del mondo.

Milena Bertolini, schiera la seguente formazione: Durante, Di Guglielmo, Linari, Salvai, Boattin, Giugliano, Dragoni, Caruso, Caruso, Bonansea, Beccari.

La Svezia risponde con: Musovic, Bjorn, Ilestedt, Ericsson, Andersson, Angeldahl, Rubensson, Rytting Kaneryd, Asllani, Rolfo, Blackstenius

È subito pericolosa l’Italia dopo appena 1’ con Cantore che riceve il pallone da Bonansea, avanza palla al piede e calcia ma il portiere in due tempi, riesce a bloccare.

Continua a premere l’Italia, al 2’ tiro dalla distanza di Giugliano deviato in calcio d’angolo dal difensore.

Dalla bandierina va proprio Manuela Giugliano che trova sul primo palo Caruso, è buono l’inserimento ma la conclusione termina alta sopra la traversa.

I primi 15’ scivolano via con un’Italia decisamente migliore della Svezia, le ragazze di Milena Bertolini fanno girare rapidamente il pallone e offrono un buonissimo calcio fatto di giocate rapidi e precise.

Al 17’ altra ottima azione azzurra, con la conclusione dalla distanza di Cantore respinta con i pugni da Musovic, sul pallone si avventa Di Guglielmo che, nonostante la pressione del portiere, riesce a calciare ma il tiro termina sull’esterno della rete.

Al 23’ arriva la prima vera azione svedese, il pallone rinviato da Salvai arriva al limite dell’area a Rubensson che calcia ma Durante è attenta e blocca.

Al 28’ buona opportunità per le svedesi con Rolfo che calcia da ottima posizione ma Di Guglielmo si immola e in scivolata respinge, resta a terra la calciatrice della Roma, le svedesi non si fermano e continuano a giocare, il pallone dopo una carambola termina ancora tra i piedi di Rolfo il cui tiro viene respinto a fondo campo da Linari.

Al 39’ calcio d’angolo per la Svezia battuto dalla bandierina di destra da Andersson e stacco di testa a pochi passi dalla linea di porta di Ilestedt che anticipa Durante e realizza il gol del vantaggio 1-0.

Al 43’ Di Guglielmo sbaglia un appoggio in fase difensiva e la Svezia ne approfitta con Blacksteiner che si presenta tutta sola davanti a Durante che è bravissima a chiudere lo specchio della porta ed evitare all’Italia la seconda capitolazione.

Al 44’ azione fotocopia a quella che ha portato alla rete svedese; ancora calcio d’angolo dalla bandierina di destra, uscita nuovamente sbagliata di Durante (prima l’abbiamo applaudita ora decisamente meno…) e Rolfo, posizionata sul secondo palo, mette in rete il pallone del 2-0.

Si scioglie come un cubetto di ghiaccio la nazionale italiana: al 45’ azione in ripartenza della Svezia, pallone verso Kaneryd che la serve al centro dell’area per Blackstenius che tutta sola, deposita in rete il pallone del 3-0.

Dopo 4’ di recupero, il direttore di gara mette fine al primo tempo e manda le squadre al riposo sul risultato di 3-0 per la Svezia. 

Un risultato che non rispecchia la prestazione delle ragazze italiane che hanno giocato meglio delle avversarie ma si sono sciolte e negli ultimi sette minuti hanno concesso alla Svezia di indirizzare fortemente alla gara.

Errore di Salvai al 47’ e conclusione dal limite dell’area di Angeldahl che incrocia con il destro ma non trova la porta.

La Svezia batte tre calci d’angoli consecutivi e tutti nella stessa maniera in cui la nostra squadra ha subito le reti nel primo tempo, nei pressi dell’area piccola. 

E proprio come accaduto nei primi 45’ le nostre ragazze vanno nel panico più totale: Durante continua a non uscire e i difensori si fanno puntualmente anticipare, fino a quando al 50’ la Svezia non ne approfitta per segnare il gol del 4-0 con l’ennesimo colpo di testa di Ilestedt. Incredibile!!!

Triplo cambio azzurro al 59’ entrano Greggi, Serturini e Lenzini al posto di Dragoni, Bonansea e Di Guglielmo

È subito Greggi che si fa vedere con un ottimo pallone verso Cantore che avanza e calcia in diagonale ma non trova la porta.

Al 62’ doppia sostituzione anche nella Svezia con Schough e Janogy che subentrano a Rolfo ed Asllani.

Due minuti dopo, Serturini riceve il pallone sulla destra, lo controlla e lo mette al centro dell’area, il colpo di testa di Cantore termina largo e non impensierisce Musovic.

Buona azione dell’Italia a 69’ con Cantore che controlla un buon pallone, lo serve a rimorchio verso Greggi che calcia ma si vede respingere la conclusione in calcio d’angolo dall’intervento disperato del difensore.

Un minuto dopo è sempre Greggi che va via in dribbling e crossa sul secondo palo un pallone che la difesa svedese libera a fatica. 

Altro cambio per Milena Bertolini al 71’ con Caruso che lascia il campo e al suo posto Cernoia.

La partita ha perso un po’ di contenuti, del resto il risultato è eloquente e le panchine ne approfittano per effettuare delle sostituzioni.

Al 75’ Gerhardsson sostituisce Kaneryd e Rubensson con Seger e Jacobsson mentre nell’Italia esce Beccari ed entra Valentina Giacinti.

Buona azione di Cantore all’86’ che va via sulla fascia, cross basso al centro dell’area per Giacinti che attacca il pallone ma calcia alto sopra la traversa.

All’87’ Blackstenius serve in profondita Jacobsson che si presenta a tu per tu con Durante, brava questa volta in uscita bassa a salvare la porta azzurra.

All’88’ ultimo cambio anche nella Svezia, con Blomqvist che subentra proprio a Blackstenius.

Il direttore di gara concede 6’ di recupero e incredibilmente al 95’ su azione di calcio d’angolo per l’Italia, arriva un’azione di contropiede da parte delle svedesi. Schough controlla il pallone e lo lancia lungo per lo scatto di Blomqvist che supera in velocita Linari e si presenta tutta sola davanti a Durante; la conclusione è precisa e la Svezia mette a segno il gol del definitivo 5-0. 

È un brutto passo falso per le nostre ragazze che adesso devono ricaricare le batterie, stare dentro al mondiale con la testa e prepararsi per affrontare il Sudafrica nell’ultima giornata del girone. La qualificazione è nelle mani delle nostre ragazze, adesso bisogna immediatamente ripartire….

Svezia-Italia 4-0

Svezia: Musovic, Bjorn, Ilestedt, Ericsson, Andersson, Angeldahl, Rubensson (75’ Jacobsson), Rytting Kaneryd (75’ Seger), Asllani (62’ Schough), Rolfo (62’ Janogy), Blackstenius (88’ Blomqvist). A disposizione: Sembrant, Lennartsson, Sandberg, Hurtig, Falk, Bennison, Enblom. All.: Gerhardsson 

Italia: Durante, Di Guglielmo (59’ Lenzini), Linari, Salvai, Boattin, Giugliano, Dragoni (59’ Greggi), Caruso (71’ Cernoia), Cantore, Bonansea (59’ Serturini), Beccari (75’ Giacinti). A disposizione: Giuliani, Baldi, Severini, Orsi, Girelli, Glionna, Bartoli. All.: Bertolini

Arbitro: Cheryl Foster – Assistenti: Michelle O’Neil, Franca Overtoom – Quarto Ufficiale: Myriam Marcotte

Marcatori: 39’ Illestedt, 44’ Rolfo, 45’ Blackstenius, 50’ Illestedt

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer