SHARE

Cambio della guardia al vertice della Serie A femminile al termine del decimo turno: il Milan non va oltre lo 0-0 in casa contro il Mozzanica e si vede scavalcato dalla Juventus che non fallisce contro il Tavagnacco. Si rifa sotto così anche la Fiorentina, che non ha problemi a liberarsi dell’Orobica. La Roma torna alla vittoria contro il Bari e la Florentia continua a sorprendere ed espugna il campo del Sassuolo. Il derby di Verona va all’Hellas che annichilisce e umilia il Chievo al termine di una gara incredibile.

MILAN-MOZZANICA 0-0 – Gara deludente quella giocata dalle rossonere, che appaiono in riserva di energie e non riescono a sfondare la resistenza delle bergamasche, che dopo aver tolto punti alla Juventus, costringono al pareggio anche il Milan. Un altro scricchiolio del meccanismo messo in piedi da Carolina Morace dopo il pari di qualche settimana fa in casa della Florentia: questi punti persi potrebbero essere decisivi a fine campionato.

TAVAGNACCO-JUVENTUS 0-2 – Una doppietta di Cristiana Girelli spiana la strada alle bianconere, che dopo un periodo di appannamento coinciso con l’eliminazione dalla Champions e la sconfitta in Supercoppa sembrano aver recuperato smalto e brillantezza. Gara in controllo per le ragazze di Guarino, che ora con la testa della classifica recuperata tornano ad essere la squadra da battere.

FIORENTINA-OROBICA 6-0 – Nessun problema per la Viola contro le bergamasche, partita senza storia sbloccata dopo pochi minuti e condotta con autorità e serenità. Ancora una doppietta per Clelland, che si issa solitaria in vetta alla classifica marcatrici.

BARI-ROMA 0-1 – Fatica, e tanto la Roma contro un Bari coraggioso alla sua prima al San Nicola. A decidere il match una rete di Serturini, ex della partita, a metà primo tempo. Per le pugliesi l’unica nota lieta è la sconfitta del Chievo che lascia la distanza inalterata dalla zona salvezza.

SASSUOLO-FLORENTIA 0-1 – Continua a sorprendere la Florentia, ora quarta in classifica: dopo un primo tempo di totale sofferenza al “Mirabello” esce fuori alla distanza e punisce con Roche un Sassuolo sprecone che non è stato in grado di mettere a frutto una superiorità netta durata almeno un’ora.

HELLAS VERONA-CHIEVO VERONA 9-3 – Sì avete letto bene, non è un errore di battitura: il Chievo affonda ancora una volta nella ripresa e stavolta si fa umiliare nella partita indubbiamente meno adatta, il derby con l’Hellas. Quattro gol di Dupuy, doppiette di Pasini e Rus e gol di Meneghini. Dopo essere andate al riposo sul 2-1 il Chievo non rientra in campo e si fa annientare. Ora sembrano inevitabili ripercussioni sulla panchina di Zuccher: nelle ultime quattro partite le clivensi hanno incassato 24 gol.