SHARE

Attaccante dal piede mancino capace di ricoprire il ruolo di punta centrale o trequartista, dotata di un gran fisico longilineo e robusto, esalta nel migliore dei modi le sue caratteristiche calciando con disinvoltura dalla media e lunga distanza, proteggendo la palla, facendo salire la squadra e colpendo di testa.

Cresciuta nel Milan Ladies dove ha trascorso dieci anni della sua carriera, è approdata da questa stagione nelle fila delle titane, riuscendosi ad integrare e a dare il giusto apporto in un reparto già ben collaudato e amalgamato composto da giocatrici di talento quali Barbieri, Rigaglia, Baldini, Menin e Bianchi.

Vetrina della giornata per Greta Di Luzio, classe 1999, sei reti in stagione, nuovo volto interessante del reparto offensivo della San Marino Academy, squadra neopromossa nel torneo cadetto, ormai non più semplice rivelazione ma felice realtà del campionato, terza in classifica in piena lotta per la promozione nella massima serie.

Ciao Greta, per iniziare, una breve panoramica della tua carriera agonistica

La mia passione per il calcio risale sin dai tempi dell’infanzia, allorquando mi divertivo giocando con il pallone piuttosto che con le bambole, nei più disparati luoghi, a casa, in piazza o all’oratorio; all’età di 11 anni mi sono iscritta alla scuola calcio femminile per poi proseguire la mia attività agonistica all’Atletico Milano, società lombarda che sarebbe stata poi rinominata in Milan Ladies; ho trascorso nelle file rossonere una decina d’anni, percorrendo tutta la trafila, dalle giovanili alla prima squadra, prima di approdare dalla scorsa estate nelle fila della San Marino Academy.

La tua scelta di approdare alla San Marino Academy

Mi sono pervenute diverse proposte, anche da società ambiziose con programmi da categoria superiore ma tra le tante offerte ricevute quella del San Marino si è distinta per il modo in cui è stata posta, l’interesse che mi è stato mostrato, oltre che per l’affidabilità e serietà nei programmi e nell’organizzazione; dopo diversi anni nella stessa squadra, avevo bisogno di affrontare una nuova esperienza, cercavo nuovi stimoli e diverse sfide da affrontare; l’ultima stagione al Milan Ladies non è stata particolarmente felice, avevo bisogno di approdare in una società che mi desse garanzie di stabilità; le parole proferite nel colloquio preliminare intercorso con il mister Conte e il ds Zannoni mi hanno convinto in questa scelta, fugando ogni mio dubbio.

 

La tua personale stagione con le titane

A livello personale non ho iniziato nel migliore dei modi la mia stagione, avevo bisogno di tempo per integrarmi ed esprimermi al meglio; ho sofferto la mancanza di spazio ad inizio stagione ma quel periodo mi è servito per migliorare i miei limiti e tirare fuori il meglio di me; ora posso dire di essere finalmente contenta di poter dare il giusto apporto alla squadra, dopo aver trovato il giusto spazio e l’affinità con le compagne.

La tua rete più bella in questa stagione

La rete con la Roma calcio femminile, come importanza e gesto tecnico è la marcatura che ricordo con piu’ piacere.

Hai saltato le ultime due gare stagionali con Napoli ed As Roma per squalifica

Non sono assolutamente una calciatrice fallosa o indisciplinata, queste due squalifiche vanno contestualizzate a degli episodi. In passato mi sono sempre distinta per la mia correttezza, non subendo mai provvedimenti di questo genere da parte degli arbitri; sono situazioni che non dovranno ripetersi in futuro, me ne pento, ma non sono per nulla cattiva o aggressiva come temperamento.

La prossima gara di campionato con il Cittadella

Con il Cittadella vogliamo ritornare a fare risultato pieno, ci teniamo per due motivi principalmente; vogliamo innanzitutto invertire il trend negativo dell’ultimo periodo che ci vede sconfitte da tre partite di seguito tra campionato e coppa; in secondo luogo siano animati da tanta voglia di riscatto dopo lo scivolone interno dell’andata con la squadra veneta (ndr 2-3).

Che risultato si aspetta da Lazio-Napoli ?

Guardiamo innanzitutto a noi stesse, poi ci interessiamo dei risultati delle altre squadre; indubbiamente in caso di un nostro risultato pieno, una vittoria del Napoli ci consentirebbe di ritornare al secondo posto della classifica.  

Il nuovo obiettivo stagionale

Essere arrivati a questo punto della stagione a giocarci la promozione, dopo aver raggiunto il traguardo iniziale della salvezza è per noi una felice sorpresa; ci siamo sicuramente meritati questa posizione, costruendo il nostro percorso partita dopo partita, ora però non ci basta più aver raggiunto il traguardo prefissato, puntiamo ad altri obiettivi più ambiziosi.

Foto Fsgc