25/07/2024

Fonte: articolo e foto FIGC

Allo stadio ‘Goffredo Bianchelli’, il mese nelle Marche si chiude con un derby: da una parte le rossonere di Ilenia Prati, che cercano un titolo dopo il ko in Under 17, dall’altra le nerazzurre di Matteo Zago, che hanno sconfitto la Roma. Alle 16 la finale per il terzo posto tra il Napoli e le giallorosse.

L’emozionante viaggio delle Finali Giovanili TIM nelle Marche è giunto alla sua tappa conclusiva. Venerdì alle 18.30 allo stadio ‘Goffredo Bianchelli’ di Senigallia si assegna l’ultimo dei 13 scudetti tra calcio e futsal, quello Under 15 femminile: a contenderselo saranno il Milan e l’Inter in un emozionante derby che sarà trasmesso in diretta su DAZN e su figc.it. Se le nerazzurre giocheranno la loro terza finale di categoria dall’introduzione dell’Under 15 femminile (una vittoria nel 2018 e una sconfitta nel 2019 il bilancio), per il Milan si tratta invece della prima presenza in finale, con l’opportunità per il vivaio rossonero di portare a casa un titolo giovanile dopo la sconfitta dell’Under 17 ai tiri di rigore contro la Roma. Ad aprire il pomeriggio, alle 16, sarà la finale per il terzo posto tra il Napoli e le giallorosse. 

E proprio alcune delle giocatrici classe 2008 che avevano preso parte alla finale Under 17 torneranno in campo al ‘Bianchelli’ per la finale Under 15: Stendardi (doppietta in semifinale), Montaperto (anche lei a segno contro il Napoli), Hu, Peres e il capitano Pomati. “Tra Under 17 e Under 15 c’è grande sinergia – il commento dell’allenatrice rossonera Ilenia Prati -. Il lavoro di gruppo, di tutto il settore giovanile, ci ha permesso di arrivare fino a qui. E in questi giorni c’è il bello e il brutto del calcio: Stendardi, per esempio, ha sbagliato il rigore in Under 17 e segnato in Under 15. Un giorno si vince, un giorno si perde, l’importante è crescere”. 

Dall’altra parte, invece, c’è l’Inter di Matteo Zago, che vincendo 4-2 in semifinale contro la Roma ha negato al club giallorosso la possibilità di fare doppietta Under 17-Under 15 dopo gli scudetti già conquistati con prima squadra e Primavera. “Il cammino è ancora lungo, c’è tanta strada da fare – le parole dell’allenatore nerazzurro -. L’obiettivo di inizio stagione era quello di vedere le ragazze contente, e sono contente. Però adesso viene il bello: ora ce la giochiamo, cercando di presentarci nella maniera migliore possibile e cercando di recuperare dopo la fatica della semifinale. Il derby? Le ragazze ne hanno già giocati tanti, quindi conoscono l’atmosfera. Con le giocatrici del Milan c’è amicizia, ma anche rivalità. A livello personale, invece, vivere questa finale è un sogno che sta andando avanti: speriamo di non svegliarci”. Per realizzarlo, l’Inter punterà ancora sui gol di Lucrezia Sasso, autrice di una tripletta contro la Roma. 

IL REGOLAMENTO Le gare si svolgeranno con la modalità 9 contro 9. Tre i tempi previsti, da 25 minuti ciascuno, per un totale di 75 minuti di gioco. Nella finale 1° e 2° posto, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, saranno disputati due tempi supplementari della durata di 10 minuti ciascuno. In caso di ulteriore parità, tiri di rigore. Nella finale 3° e 4° posto, invece, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari si procederà direttamente all’esecuzione dei tiri di rigore. 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer