25/07/2024

Antonio Genovese : “Il cambio generazionale non era utile ora, meglio farlo dopo il mondiale”

Mercato e Mondiali a cura “dell’allenatore in carrozzina” Antonio Genovese, primo ed unico mister diversamente abile con patentino Professionista UEFA A del calcio italiano.

1) Salve mister Genovese, un giudizio sul mercato di serie A. Quali sono stati i colpi migliori?

“Le conferme delle “titolarissime” giallorosse, Pedersen per l’Inter se recupererà bene dagli ultimi acciacchi tra cui proprio quello recente che la costringerà a saltare i mondiali e Cernoia per il Milan anche se in questo caso per lei, le “fatiche” sono due e cioè recuperare anche lei continuità e, non andare a scontrarsi con Ganz altrimenti dopo: Boquete, Giacinti, Tucceri Cimini, Piemonte (incredibile come tutte nelle dichiarazioni d’addio implicitamente abbiano chiamato in causa il mister ed addirittura Giacinti ha ammesso che le era stato tolto il sorriso un qualcosa di bruttissimo per una giovane fuoriclasse e capitano com’era lei al Milan ed ha ampiamente confermato a Roma ed in Nazionale scalzando Girelli nelle titolari Azzurre ma…ancora di più sorprende una sua riconferma (di Ganz) dopo questa moria di giocatrici importanti che hanno rinforzato le rivali) potrebbe rischiare anche lei… incredibile se  solo lo si pensa ma, non impossibile visti i precedenti e.. l’incomprensibile è la sua riconferma dopo che al Milan ha dilapidato un capitale di valore umano ed economico in campo e fuori”.

2) Qual è la tua griglia di partenza?

“Roma indubbiamente e Juventus, l’Inter sulla carta ha fatto buoni acquisti ma i dubbi restano per i perenni infortuni che ultimamente hanno colpito la fuoriclasse danese Pedersen e Bugeja, ottima promessa al Sassuolo la prima stagione ma che l’ultima stagione in Italia l’ha vista faticare anche causa lungo infortunio ed anche nelle americane dell’Orlando Pride…riuscisse a tornare ai livelli del primo anno di Sassuolo sarebbe una pedina molto importante nello scacchiere di Guarino ed un piacere vederla giocare. 

La Fiorentina con De La Fluente ha fatto un ottimo acquisto come si è  visto (e lo avevo pronosticato lo scorso anno prima che molti salissero sul carro) nel bel gioco espresso a Como che va a bissare la stagione record alla guida delle “invincibili” dell’Inter che valsero la Promozione in A da imbattuto con l’Inter…una squadra che dominò il campionato che vidi da vicino dato che anch’io con l’Empoli fummo promossi in A come seconde in classifica e lui come me incredibilmente non venne riconfermato in Serie A.

Il Milan al momento con Cernoia e Staskova ha fatto sicuramente dei buoni acquisti ma entrambe arrivano da infortuni che le hanno tenute fuori parecchio e quindi da valutare la loro condizione e per entrambe avendo tutte e due un carattere forte c’è da aggiungere il “fattore Ganz”.

Su Ganz mi spiace vedere anche molti che davano ragione al tecnico per l’esclusione ora tornare indietro e mettere in discussione l’operato… è vero il tecnico le vede tutti i giorni ma un buon tecnico deve anche saper dialogare, accettare consigli e poi comunque decidere lui ma non andare sempre allo scontro. Vigilucci che ad esempio ho messo tra quelle che avrei portato al mondiale…a gennaio sembrava in partenza perché non vedeva il campo e solo dopo una serie di infortuni delle compagne è stata schierata ed ha ampiamente dimostrato il suo valore ma…il suo valore lo si doveva vedere anche in allenamento e non rischiare di bruciare un nuovo arrivo in pochi mesi…”

3) Un pronostico sul mondiale. Chi vedi favorito?

“Indubbiamente Stati Uniti, Inghilterra e Francia che con l’addio di Diacre ha ritrovato serenità.”

4) Dove potrà arrivare l’Italia?

“Purtroppo credo non oltre il quinto posto”.

5) L’esclusione di Gama e Piemonte ti hanno convinto ? Chi avresti inserito?

“Quella di Gama visti gli ultimi infortuni ed un conseguente calo di prestazioni si, ma sicuramente andava gestita meglio.

Piemonte seppur in aperto contrasto con Ganz questa stagione ha fatto la sua migliore stagione ed ha caratteristiche fisiche e di gioco che sarebbero potute essere utili.

Prima di dire chi avrei inserito vorrei precisare il mio pensiero su alcune scelte…si parla sempre di un rinnovo generazionale da attuare inserendo giovani prospetti che già hanno fatto bene e concordo ma…non ora…a parer mio sono sbagliati i tempi.

Dragoni è una giocatrice molto importante in prospettiva ed infatti il Barcellona l’ha aggregata nella sua U19 ma appunto…non in prima squadra ma in Primavera senza quell’esperienza e cattiveria agonistica che avrebbe avuto se avesse giocato, confrontata in prima squadra (lei stessa l’ha messo come obiettivo per la stagione che andrà ad iniziare il passare in prima squadra); Beccari ha dimostrato grandi cose al Como ed il futuro è suo.

Loro come altre…il futuro appunto ma ad un mondiale devi avere il giusto mix con prevalenza di giocatrici esperte che sappiano trasformare le partite in corso d’opera…io loro due come altre le avrei sì convocate e mantenute in rosa ma dopo il mondiale non ora.

Onestamente: Piemonte, Galli, Bergamaschi, Vigilucci le avrei portate per esperienza, bravura e duttilità in campo”.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer