SHARE

Domenica prossima finalmente riparte la serie A2 di calcio a 5 femminile con la Woman Grottaglie del Presidente Cataldo Abatematteo e del tecnico Antonio Locorotondo che suda per farsi trovare pronta al primo appuntamento in casa del Bitonto. A commentare e tracciare un primo bilancio sul periodo è la capitana biancoazzurra Giusy Scarcia: “Stiamo facendo un’ottima preparazione, grazie allo staff tecnico composto dall’allenatore Locorotondo, dal preparatore Angelo Passaro. Siamo a buon punto: fisicamente stiamo bene lavoriamo sodo nonostante la mancanza del nostro palazzetto ci stiamo allenando tutti i giorni sperando di rientrare quanto prima nella struttura, ma siamo convite che i risultati arriveranno. Il girone che andremo ad affrontare è molto impegnativo ma ci faremo trovare pronte”.GLI OBIETTIVI: “Vogliamo fare meglio dell’anno scorso e crescere sotto alcuni punti di vista che per via del Covid abbiamo lasciato in sospeso”.LE NUOVE: “I nuovi acquisti si sono integrati benissimo: il gruppo c’è ed è un gruppo importante. Bisogna crescere tutte insieme e restare sempre unite”.FASCIA DA CAPITANO: “Avere la fascia al braccio significa racchiudere tutto lo spogliatoio e diventare insieme un’unica cosa. Cerco sempre di trasmettere la passione e la voglia di lottare in campo restando unite anche fuori dal rettangolo di gioco. Molto spesso qualcuno pensa che chi indossa la fascia da capitano vuol comandare: si sbaglia di grosso perché questo vuol dire unire il gruppo, risolvere i problemi che possono crearsi, trascinare la squadra e cercare di inculcare a tutte la stessa mentalità nel bene e nel male cercando di affrontare ogni cosa tutte insieme”.MESSAGGIO: “Ringrazio tutta la dirigenza per la pazienza, l’impegno e per il lavoro svolto fino ad ora. Spero che i tifosi possano sempre seguirci con la speranza che questo maledetto periodo finisca in modo da riaprire i palazzetti”.IL BITONTO: “E’ sicuramente, una formazione di alto livello costruita per vincere il campionato. Non ci tireremo indietro e, sono convinta, che diremo la nostra”.ALESSIO PETRALLA
UFFICIO STAMPA WOMAN FUTSAL CLUB GROTTAGLIE