SHARE

Verona-Juventus 0-3

MARCATORI: 33′ Ekroth (J), 56′ Girelli (J), 68′ Aluko (J).
AGSM-VERONA-FEMMINILE (3-4-3): Forcinella; Molin, Bardin, Wagner; Rus, Dupuy Dessislava, Meneghini, Pasini (67′ Ondrusova); Nichele (73′ Veritti), Giubilato, Ambrosi (46′ Goula).
A disposizione: Fenzi, Mancuso, Pavan, Manno.
Allenatore: Sara Di Filippo .
JUVENTUS-FEMMINILE (4-3-3): Giuliani; Hyyrynen, Gama, Galli (65′ Cernoia), Aluko; Girelli (72′ Cantore), Bonansea, Junge Pedersen (79′ Rosucci); Ekroth, Caruso, Sikora .
A disposizione: Bacic, Franco, Panzeri, Glionna.
Allenatore: Rita Guarino.
ARBITRO: Michele Delrio
NOTE: nessuna
AMMONITI: 28′ Molin (V).


Commenti generali

La Juventus di Rita Guarino conquista per il secondo anno consecutivo il titolo di campione d’Italia vincendo il campionato con 56 punti con una lunghezza di vantaggio sulla Fiorentina.
Decisiva la vittoria a Verona dove con un tris realizzato da Ekroth, Girelli e Aluko le bianconere sono riuscite ad imporsi con disinvoltura sulle scaligere. Archiviato il capitolo scudetto, la stagione delle piemontesi avrà il suo epilogo il 28 Aprile quando al Tardini di Parma si contenderà la conquista della Coppa Italia con la rivale viola.

Cronaca

min.
evento
DG Sicuramente se l’Hellas non avesse vinto il derby col Chievo e avesse avuto bisogno di punti oggi contro la Juventus si sarebbe assistito ad una partita diversa: invece le gialloblu hanno conquistato la salvezza la settimana scorsa e quindi non dovrebbero “fare la guerra” alle bianconere che verosimilmente partiranno a razzo per mettere la partita al sicuro e festeggiare così il secondo Scudetto consecutivo. Pronostico decisamente dalla parte della Juventus, che dovrebbe vivere un pomeriggio da “suicidio sportivo” per lasciarsi scappare il tricolore
3 L’Hellas Verona è partito con buon ritmo e sta costringendo le bianconere nella sua metà campo.
7 Cross tagliato di Aleksandra Sikorain area, Laura Rus interviene per tempo sventando una potenziale occasione pericolosa.
12 La Juventus ha alzato ora il suo baricentro ma l’Hellas Verona non ha intenzione di mollare un centimetro.
14 Un intercetto aveva permesso a Barbara Bonansea di lanciarsi nello spazio e cercare di servire poi Eniola Aluko ma il pallone è arretrato e l’azione sfuma.
18 Lancio lungo di Sara Gama che pesca Aleksandra Sikora scattata alle spalle della difesa gialloblu, il cross del terzino polacco è però corto.
18 Tiro dall’angolo alto di Cristiana Girelli che prova a beffare sul proprio palo Camilla Forcinella. La conclusione va di poco fuori.
19 Ci prova ancora Cristiana Girelli dai 25 metri. La sua conclusione si spegne sul fondo.
22 Conclusione di Veronica Pasini da dentro l’area di rigore, palla che finisce di poco lontana dal palo difeso da Laura Giuliani.
25 Un lancio alle spalle della difesa stava per trovare Eniola Aluko ma Camilla Forcinella esce per tempo e salva tutto.
28 Bella azione della Juventus che riesce a liberare Barbara Bonansea per il tiro dai venti metri, Forcinella indietreggiando riesce a parare.
28 ammonito Anna Julia Molin
29 Risponde subito l’Hellas Verona che con una serie di passaggi stretti si presenta al limite dell’area di rigore. Sara Gama interviene per liberare l’area di rigore.
31 Cross di Tuija Hyyrynen che per poco non innesca Barbara Bonansea, l’attaccante della Nazionale controlla male e Forcinella salva.
33 goal di Petronella Ekroth
34 Juventus in vantaggio! Calcio d’angolo di Barbara Bonansea che trova sul secondo palo Cristiana Girelli, palla in mezzo per Petronella Ekroth che supera in elevazione Camilla Forcinella e porta in vantaggio le bianconere.
37 Conclusione violenta di Arianna Caruso dai venticinque metri. Palla alta sopra la traversa.
40 PALO CLAMOROSO di Barbara Bonansea! La numero 11 bianconera viene servita dal taglio di Sofie Junge Pedersen e calcia con un tiro a giro che si stampa sul palo.
42 Grande azione della Juventus ora. Arianna Caruso con una finta di corpo libera Sofie Junge Pedersen che con un colpo sotto serve Eniola Aluko. L’attaccante inglese prova un pallonetto in corsa ma la palla esce di poco sopra la traversa.
43 Incrociano Eniola Aluko e Barbara Bonansea che si infila nello spazio ma conclude alto sopra la traversa.
45+2 Eniola Aluko dalla fascia serve in area Sofie Junge Pedersen che calcia di prima intenzione, Camilla Forcinella si supera e tiene il risultato sull’1-0.
INT La Juventus conclude in vantaggio la prima frazione di gioco contro un ottimo Hellas Verona. Con questo risultato le bianconere si laureerebbero campionesse d’Italia per il secondo anno di fila.
46 Sostituzione: esce Caterina Ambrosi ed entra Ioanna Maria Goula
47 Filtrante perfetto di Barbara Bonansea per Cristiana Girelli che sul più bello viene fermata da una strepitosa parata di Camilla Forcinella.
54 La Juventus sembra voler gestire il ritmo della gara mentre l’Hellas Verona attende l’occasione buona per colpire in contropiede.
56 goal di Cristiana Girelli
57 Azione insistita delle bianconere che riescono a sfondare sulla sinistra con Cristiana Girelli la cui conclusione a incrociare non lascia scampo a Camilla Forcinella e porta sullo 0-2 le bianconere.
57 Laura Rus cerca con un filtrante Veronica Pasini ma il pallone è lungo e facile preda di Laura Giuliani.
65 Buona chance per l’Hellas Verona che conclude a rete con Elena Nichele. Il tiro della giocatrice gialloblu finisce di poco a lato.
65 Sostituzione: esce Aurora Galli ed entra Valentina Cernoia
67 Sostituzione: esce Veronica Pasini ed entra Lucia Ondrusova
68 goal di Eniola Aluko
69 Cala il tris la Juventus. Barbara Bonansea si libera della marcatura e lancia Eniola Aluko che a tu per tu con il portiere avversario non si lascia ipnotizzare e realizza la sua undicesima rete in campionato.
72 Sostituzione: esce Cristiana Girelli ed entra Sofia Cantore
73 Sostituzione: esce Elena Nichele ed entra Federica Veritti
79 Sostituzione: esce Sofie Junge Pedersen ed entra Martina Rosucci
83 Ritmi bassi con le squadre che provano qualche affondo.
90+2 Punizione dalla distanza di Barbara Bonansea respinta dalla barriera.
TERM Gara finita. La Juventus si laurea campione d’Italia per il secondo anno di fila.