SHARE

Ad un anno esatto dall’ultima apparizione in UEFA Women’s Champions League (UWCL) la Juventus si trova nuovamente di fronte ad un avversario fuori portata nello scontro diretto valido per i sedicesimi di finale del torneo.

Il Lione pluri-campione d’Europa, al netto di una serie di assenze pesantissime come Ada Hegerberg o Eugenie Le Sommer, è un dream team assoluto, un vero e proprio Everest per qualsiasi team del continente in grado di mettere in difficoltà chiunque.

Le bianconere tuttavia, superato in apertura il rischio di cominciare con l’handicap la gara grazie ad una strepitosa Laura Giuliani, fanno ampiamente la loro parte e si ritagliano minuto dopo minuto spazi e ripartenza per provare a far male alla formazione di Jean-Luc Vasseur. Nasce così un primo tempo pressoché perfetto in cui le padrone di casa si trovano due volte in vantaggio con le giocate di Lina Hurtig, onnipresente in campo, che potrebbe addirittura fare doppietta se non si facesse ipnotizzare da Sarah Bouhaddi in una clamorosa ripartenza. Peccato che la direttrice di gara tenga viva la fiamma del Lione concedendo un penalty più che dubbio che Wendie Renard realizza alla perfezione.

Smaltita la confusione della prima frazione le transalpine si ripresentano più concentrate e quadrate, Jean-Luc Vasseur centra i cambi e dà un volto diverso alla sua squadra che pian piano tiene la Juventus nella sua metà campo riducendo al minimo le ripartenza che tanto male hanno fatto nei primi quarantacinque minuti. Peccato per le bianconere che le reti che decidono il match arrivino da giocate sporche che le francesi riescono a capitalizzare al massimo ribaltando una gara che fin lì sembrava segnata.

La qualificazione pende decisamente a favore del Lione ma la prestazione della Juventus è stata particolarmente positiva e con questi presupposti la pazza idea di andare a compiere un’impresa impensabile fra una settimana non sembra una chimera.

JUVENTUS – Giuliani; Hyyrynen, Salvai, Gama, Boattin; Galli, Caruso, Cernoia, Bonansea (74′ M.Alves); Girelli (65′ Staskova), Hurtig (84′ Rosucci). All. Guarino

LIONE – Bouhaddi; Carpenter, Buchanan, Renard, Karchaoui (87′ Taylor); Cascarino (57′ Cayman), Kumagai, Maroszan, Gunnarsdóttir (57′ Henry), Majri (77′ Bacha); Parris (57′ Malard). All. Vasseur

MARCATRICI – 16′ Hurtig (J), 30′ rig. Renard (L), 37′ aut. Buchanan (J), 68′ Malard (L), 88′ Kumagai (L)