SHARE

È giunto all’ultimo atto anche la UWCL 2019/2020 che come ogni anno ci riserva il grande classico in Finale. A contendersi la Coppa dalle grandi orecchie il Wolfsburg e il Lione. Questa è la quarta volta che le due formazioni si affrontano. Le tedesche hanno battuto le francesi solo una volta, mentre le campionesse in carica, con la vittoria di questa sera salgono a cinque. Il Lione tra l’altro detiene anche il record di coppe. Infatti, è la settima Champions League che portano a casa. 

Questa è la prima di UWCL dove viene utilizzata la VAR dopo le polemiche nel post Semifinale del PSG. 

MATCH – I due tecnici mettono in campo la miglior formazione possibile. infatti le tedesche si schierano con un 4-4-2, mentre il tecnico Jean Luc Vasseur risponde con un 4-2-3-1. Partita subito ad altissimi livelli con il Lione che passa al 25’ con la rete di Le Sommer, su assist perfetto di Cascarino. Il Lione fa la partita e il raddoppio arriva al 44’ con Kumagai, ancora su azione di Cascarino. Nella ripresa è un altro Wolfsburg, ed infatti arriva il gol che riapre il match ad opera della solita Popp, che intercetta una palla vagante che deve buttare solo in rete. 

Il Lione non si scompone e continua a far il match. Match che chiude sul finire di partita (88’) con Gunnarsdóttir. Proprio sul quest’azione viene utilizzata per la prima volta la VAR su presunta posizione di fuorigioco di Le Sommer, ma la tecnologia approva il gol. 

Dopo sei minuti di recupero l’arbitro svizzero Esther Staubli decreta la fine del match e da il via ai festeggiamenti.

Il Lione è sempre più nella storia, è ancora la squadra da battere in Europa. 

Wolfsburg – Lione 1-3 

Reti: 25’ Le Sommer, 44’ Kumagai, 58’ Popp (W), 88’ Gunnarsdóttir