SHARE

Nella giornata di domenica 30 settembre, in occasione della terza giornata dei Trentino Sport Days, si è tenuta presso il polo fieristico di Riva del Garda per il terzo anno consecutivo la presentazione ufficiale delle rose prendenti parte ai campionati FIGC della società sportiva USD Isera Femminile. Sul palco oltre al presidente della sportiva Alberto Sordo erano presenti il vicepresidente della Figc-Comitato Provinciale di Trento Renzo Rosà,  la Presidente del Comitato Provinciale CONI Trento Paola Mora, la Responsabile del Calcio Femminile della FIGC-CPA Trento e delegata nazionale Ida Micheletti. In apertura i saluti da parte dell’ amministrazione con un intervento del vice-sindaco di Riva del Garda Mario Caproni. In seguito la presidente Mora (prima e unica donna a ricoprire un simile ruolo nel mondo sportivo italiano, ndr), ha sottolineato l’ importanza del mondo femminile nello sport e ha ribadito l’eccezionale risultato ottenuto alla quinta edizione del Trofeo CONI Kinder+Sport 2018 svoltasi a Rimini dal 20 al 23 settembre. Successo per il Trentino nella speciale classifica combinata riservata ai Test di Efficienza Motoria (TEM), una delegazione di giovani promesse dello sport provinciale volerà in Argentina in occasione degli Youth Olympic Games 2018, (nella delegazione faranno parte due giovani atlete under 15 del USD Isera) , così come Ida Micheletti che ha ringraziato i dirigenti biancorossi per il loro lavoro instancabile nel mondo calcistico femminile provinciale, e ha voluto ringraziare le ragazze che nella stagione scorsa hanno rappresentato quasi in blocco il Trentino nel Torneo delle Regioni sia per il calcio a11 e per il calcio a5. Dopo le autorità  la parola è passata al presidente Sordo e dopo aver ringraziato i dirigenti Luisa Spagnolli e Fabio Planchestainer per il loro incessante lavoro e tutti gli altri collaboratori “dietro alle quinte”, ha portato alla luce i numeri della sportiva sottolineando il grande impegno in tutti i settori: dal calcio (maschile e femminile) alla pallavolo, passando per la lotta e il tiro alla fune. Infine gli auguri di rito, il saluto all’anno prossimo e tutti sul palco per la foto ricordo della presentazione.

Ufficio stampa US Isera