SHARE

ROMA – FORTITUDO MOZZECANE 1-0

Roma: Guidi, Pisani, Checchi, Silvi, Cortelli, Domi, Visentin (37’ st Ietto), Barbieri (26’ st Polverino), Kovacevic, Conte (19’ st Felgendreher), Filippi.

A disposizione: Di Cicco, Naticchioni, Cacchioni, Polverino, Chahid, Ietto, Felgendreher.

Allenatore: Colantuoni.

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Groff, Caliari (39’ st Marconi), Signori (1’ st Benincaso), Salaorni, Pavana (12’ st Bonfante), Pecchini (26’ st Dallagiacoma), Carraro, Pinna (12’ st Gelmetti), Peretti, Martani.

A disposizione: Meleddu, Marconi, Bonfante, Cinti, Benincaso, Dallagiacoma, Gelmetti.

Allenatore: Bragantini.

Arbitro: Arena (Torre del Greco).

Assistenti: Conte, Marchese (Napoli).

Reti: 17’ st Kovacevic.

Note: ammonita Visentin.

Primo tempo senza reti. Per i primi dieci minuti non ci sono occasioni degne di nota. È la squadra ospite che rischia parecchio al 12’, quando Kovacevic sfrutta un’incertezza dei centrali e dribbla Olivieri, ma si allunga troppo palla e il risultato non cambia. Due minuti dopo l’estremo difensore gialloblù si rifà respingendo sulla traversa una punizione insidiosa diretta in porta. Dopo un momento di difficoltà la Fortitudo alza il ritmo e nel giro di due minuti ci provano prima Peretti, con una bella rovesciata, e poi Carraro, il cui tiro da fuori area viene tolto dall’incrocio dal portiere della Roma. Al 33’ è ancora Olivieri che chiude la porta alle romane, respingendo il potente tiro di Kovacevic. Il primo tempo si chiude con la rasoiata in diagonale di Pinna, servita da Martani, che viene però parata.

Brutta ripresa per le ospiti, che si fanno schiacciare dalla Roma. Al 9’ Olivieri salva ancora il pareggio respingendo un pallone calciato da una mischia in area piccola. Il risultato muta al 17’, quando Kovacevic colpisce a botta sicura e supera un’incolpevole Olivieri. La Fortitudo non riesce a reagire e non ci sono occasioni che impensieriscono le padrone di casa. La retroguardia barcolla sui contropiedi di Visentin, che al 29’ salta Groff ma poi viene recuperata dal centrale gialloblù quando era ormai a tu per tu con la porta. Un risultato da dimenticare in fretta per la squadra di Bragantini in vista della prossima di campionato contro la Lazio.