SHARE

Un Capena strepitoso che prova a sorprendere un Falconara devastante per roster e gioco, le biancorosse lasciano a riposo Castagnaro e Bea Martin facendo esordire D’Amelia e Di Sabatino con la 2005 Masini in campo per lunghi tratti della gara. Il Capena pronti via sembra più concentrato e dopo due minuti va in vantaggio con un tiro di Neka deviato da Agnello sotto porta. Sembrerebbe un fuoco di paglia, ma il Falconara non riesce a trovare la chiave giusta per aprire il grimaldello della difesa perfetta biancorossa. I tiri arrivati a D’Amelia esaltano l’esordiente con il numero 22 sulle spalle e mantengono il vantaggio fino a pochi minuti dalla fine quando una splendida Fuhrmann in periodo di grazia, ruba palla e scatta in contropiede facendo il 2-0 che fa letteralmente saltare come un tappo tutta la panchina capenate incredula e al settimo cielo per il doppio vantaggio. Si va così al riposo con un primo tempo pazzesco delle ragazze di Mister Chiesa che fanno capire quanto di grande fatto in questa stagione da staff, squadra e società.
Il secondo tempo inizia a ritmi blandi, ma dopo un contropiede, sempre della solita Fuhrmann, il Falconara capisce che sta rischiando grosso e si sveglia. In neanche tre minuti si scatena la furia della compagine di Mister Neri che schiaccia nella propria metà campo (forse anche qualcosa in più) il Capena e da grande squadra quale è fa sua la gara. Il Capena tiene botta prova a raggiungere il pareggio prima con Oliveira e poi con Neka, ma non riesce a pareggiare. Negli ultimi due minuti le biancorosse stanche della grande prestazione mollano e subiscono in sequenza gli altri due gol che fissano il risultato sul 2-5. Se il primo tempo ha visto un Capena perfetto nel secondo tempo la squadra di Mister Chiesa compie qualche errore di troppo e il Falconara non le lascia scampo. Le marchigiane si laureano Super Campionesse della Regula Season per il momento da imbattute. Il Capena invece grazie ai risultati di Firenze dove il Pelletterie perde con il Real Statte per 5-9 e il pari in terra sarda tra Cagliari e Granzette è davvero a un passo dalla matematica salvezza e dal settimo posto nella griglia play off.

Ufficio Stampa
Luca Pellegrini