01/03/2024

UN BRESCIA SETTEBELLEZZE SUPERA LA CURVA LESMO

Con uno sfavillante primo tempo le Leonesse archiviano la pratica
Doppiette per Zangari e Brayda, gioie per Pedemonti, Farina e Ferrari
Il team manager Antonini: “Brave ragazze, ma ancora tante occasioni mancate”
LESMO, 4 NOVEMBRE 2018 – La differenza in classifica era tanta e in campo si è vista: il
Brescia espugna agevolmente il campo del Lesmo segnando sette reti, sei solo nel primo tempo. Nel
tabellino entrano Brayda e Zangari, doppiette per loro, poi Farina, Pedemonti e Ferrari. Complice la
sconfitta del Rovato a Bareggio, ora le Leonesse sono terze solitarie in classifica.
LA GARA – Con mister Oro ancora squalificato, in panchina siede il Team Manager Antonini.
L’emergenza non finisce in casa Brescia dal punto di vista dei problemi fisici: in extremis capitan
Guerini è costretta a partire dalla panchina per un affaticamento muscolare, insieme a Dolfini. Al
loro posto Ferrari, con Brayda spostata in mezzo al campo, e Pizzetti al centro della difesa. Arbitra
la signora Cazzaniga di Seregno.
Il Brescia parte subito forte, e Zangari ingaggia un duello con tutta la difesa del Lesmo e in
particolare col portiere Colombo: sui suoi piedi le prime occasioni al 3′ e al 4′ minuto. Al 10′
intervento al limite dell’area dubbio di Sala su Ferrrari: per l’arbitro che fischia fallo, è solo
ammonizione. Al 14′ ci prova Farina a botta sicura da pochi metri, ma ancora una volta Colombo
dice no. C’è una solo squadra in campo e al 17′ si sblocca il risultato: Farina appoggia di testa sulla
torre di Brayda su azione di calcio d’angolo. Al 27′ altra tegola: si fa male Bocchi, al suo posto entra
Algisi, con Farina dirottata a regista. Al 29′ ancora Zangari protagonista a tu per tu col portiere da
posizione leggermente decentrata non trova la porta, e tre minuti dopo la numero 9 si ripete ma
l’estremo difensore di casa si oppone. È il 32′, e sul corner seguente, Brayda stacca di testa da sola
nell’area piccola e raddoppia. Il gol spegne la resistenza del Lesmo e le Leonesse dilagano: al 36′
segna Pedemonti ancora di testa su un assist al bacio di Zangari. Un minuto dopo si fa vedere il
Lesmo, ma Cancarini è attenta. Al 38′ arriva il quarto gol e finalmente si sblocca Zangari che segna
a porta vuota dopo che sul cross di Algisi il portiere del Lesmo si scontra con un difensore e perde il
pallone. Il 5-0 al 41′ grazie a Ferrari che ruba palla su rinvio del portiere avversario, si invola e batte
Colombo con un esterno destro sul secondo palo. La grandinata di gol non si arresta: al 44′ Zangari
firma la doppietta personale con il suo classico movimento partendo sulla sinistra e scaricando il
destro sul primo palo. La ripresa si apre con un doppio cambio per le Leonesse: Cancarini, complice
una botta subìta nel finale del primo tempo lascia spazio a Gilardi e Magri, ancora sofferente per il
problema al gomito rimediato nella trasferta di Rovato, viene sostituita da Belussi. Il Brescia non
spinge sull’acceleratore e si limita a controllare il gioco, anche se arrivano comunque numerose
occasioni per rimpinguare il bottino. Da segnalare la clamorosa traversa colta da Pizzetti al 30′ con
una bordata da quasi trenta metri. Il settimo gol arriva al 34′ con Brayda, brava a tagliare sul primo
palo sull’assistenza di Ferrari con un cross basso dalla destra. Finisce così in trionfo per le Leonesse,
che riescono anche a chiudere con la porta imbattuta per la seconda volta in stagione: non accadeva
dalla prima giornata, il 2-0 sulla 3Team.
LE INTERVISTE – Con Alessandro Oro squalificato, in panchina è andato il Team Manager
Roberto Antonini: «Non posso che fare i complimenti alle ragazze per come hanno interpretato la
gara, subito aggressive e mettendola fin dai primi minuti sui nostri binari. Purtroppo dobbiamo
registrare ancora tante occasioni fallite, oggi non hanno fatto la differenza, però è un particolare su
cui stiamo lavorando e sui cui dobbiamo insistere nelle prossime settimane». La sconfitta del
Rovato consente alle Leonesse di scavalcare le biancazzurre e di portarsi al terzo posto solitario:
«Non guardiamo la classifica, il Cortefranca e il Minerva stanno facendo benissimo. Noi viviamo
partita per partita cercando di migliorarci ogni settimana». Prossima sfida contro il fanalino di coda
Tabiago: «Non ci sono partite facili, ogni domenica dobbiamo scendere in campo come se fosse una
finale e dare il massimo, indipendentemente da quello che dice la classifica».
Denise Brevi si è inserita subito alla grande nella difesa del Brescia dimostrando un carattere da
Leonessa: «Mi trovo benissimo, questo è un ambiente stupendo costituito da persone meravigliose
che ti fanno sentire persone prima che atlete o addirittura dei numeri da mettere in campo. Anche se
sono la più grande del gruppo sono stata accolta benissimo da un gruppo molto giovane e
desideroso di imparare e fare bene». Sulla partita: «Siamo partite forte, pressando in tutte le zone
del campo e non facendo giocare il Lesmo con tranquillità. Chiuderla subito nel primo tempo è stato
importante per gestire anche le energie nella ripresa. Direi che abbiamo fatto una grande gara».
Tanti minuti in campo anche per Asia Algisi: la centrocampista quindicenne è la seconda più
giovane in rosa dopo il portiere Gilardi, che di anni ne ha 14: «Sono felicissima di aver avuto la
possibilità di stare tanto in campo oggi, sto prendendo fiducia domenica dopo domenica e cerco di
dare sempre il massimo». Peccato per la grande occasione fallita nella ripresa a tu per tu col
portiere: «Non sono riuscita ad angolare il tiro, mi dispiace un sacco anche perché avevo promesso
a Inverardi di dedicarle il gol, anche lei ha avuto una chance per segnare ma non c’è riuscita. La
prossima volta andrà sicuramente meglio, però la cosa importante è che la squadra abbia giocato
bene e vinto meritatamente».
Lesmo-Brescia 0-7
Lesmo Colombo (28’st Carmeli), Campagnoli, Da Macallè, Sarlo (44’st Cancellier), Maddaloni
Giorgia, Formenti, Sirone, Romeo, Maddaloni Nicole (25’st Sala Erica), Sala Francesca, Gambrone.
(Giustra). All.Nava
Brescia Cancarini (1’st Gilardi), Inverardi, Pedemonti, Bocchi (27’pt Algisi), Pizzetti, Brevi (21’st
Dolfini), Brayda, Magri (1’st Belussi), Zangari (18’st Citaristi), Ferrari, Farina. (Fumagalli,
Guerini). All.Antonini (Oro squalificato)
Arbitro Cazzaniga (Seregno)
Reti pt 17′ Farina, 32′ Brayda, 36′ Pedemonti, 38′ Zangari, 41′ Ferrari, 44′ Zangari; st 34′ Brayda
Note Ammonite Sala Francesca
Espulse
Eccellenza Lombardia – 9a giornata (04/11/2018 ore 14.30)
Biassono-Minerva Milano 0-1; Cortefranca-3Team 6-3; Doverese-Ticinia 5-0; Tabiago-Atalanta 2-
3; Pro Sesto-Mantova 3-0; Speranza Agrate-Dreamers 4-0; Bareggio-Montorfano Rovato 5-4;
Lesmo-Brescia 0-7
Classifica
Cortefranca 25; Minerva Milano 22; Brescia 21; Montorfano Rovato, Speranza Agrate 19; 3Team,
Doverese 18; Bareggio S.Martino 16; Atalanta 15; Pro Sesto 11; Mantova 6; Ticinia, Biassono 4;
Lesmo 3; Tabiago 0
Prossimo turno (11/11/2018 ore 14.30)
3Team-Bareggio; Brescia-Tabiago; Dreamers-Pro Sesto; Atalanta-Speranza Agrate; Mantova-
Biassono; Minerva Milano-Cortefranca; Montorano Rovato-Doverese; Ticinia-Lesmo (ore 15.00)

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer