SHARE

Dopo un mese di indiscrezioni e speculazioni, è arrivata la conferma: la Sampdoria entra nel calcio femminile e direttamente in Serie A, visto che ha acquistato il titolo sportivo della Florentia Sangimignano.

Queste le dichiarazioni del presidente della Florentia Tommaso Becagli:

«Nonostante la volontà di tutti di perseguire questo percorso a San Gimignano, oggi devo prendere in considerazione l’offerta della Sampdoria e devo comunicare che è stata inoltrata un’istanza congiunta per la cessione del titolo sportivo. Questo, anche se è qualcosa che non ci si aspettava, deve far riflettere su una cosa: cosa sia più giusto per le ragazze. Il nostro percorso comunque non è finito nel calcio femminile, continueremo, non con la prima squadra. Perché le ragazze hanno bisogno di qualcosa che io e la società tutta non riescono più a dare. Sono altresì convinto che il professionismo è un percorso molto repentino e difficile per società come la nostra, ma non sta a me giudicarne i contorni. La Sampdoria ha dato volontà di proseguire sulla nostra strada e con le nostre ambizioni, ma dando più stabilità. Chi mi conosce, sa che questa era una decisione che prima o poi sarebbe arrivata. La situazione pandemica sicuramente non ha aiutato, ma non voglio cercare alibi, questo passaggio era dovuto ed è una consegna ad una società storica e blasonata per migliorare le condizioni delle ragazze».