SHARE

Alla scoperta di Alessandra Tononi, classe 2000, centrocampista offensiva del Trento, squadra, al momento, seconda classificata nel girone B di serie C.

Ciao Alessandra, come è nata la tua passione per il calcio ?

“Ho iniziato a giocare a calcio, relativamente tardi, avendo praticato sin da piccola la pallavolo; a 14 anni ho avuto la prima esperienza nel Trento ma è stata una breve parentesi; in verità il mio desiderio è sempre stato quello di privilegiare il calcio alla pallavolo ma ho dovuto aspettare la maggiore età e vincere le iniziali resistenze della mia famiglia prima di poter esaudire i miei desideri”.

I ricordi più belli

“Le prime convocazioni in serie C e le gare disputate in under 19 restano al momento le gioie più belle vissute”.

A chi ti ispiri ?

“Da tifosa juventina ammiro molto Rosucci e Dybala”

Un giudizio sulla stagione in corso

“Ad inizio stagione non ci eravamo prefissate un obiettivo particolare, se non quello di migliorare il piazzamento dello scorso anno (quinto posto); da questo punto di vista, siamo sodisfatte del risultato che stiamo conseguendo, consapevoli che dobbiamo ancora lottare duro fino alla fine del torneo per mantenerci il piazzamento, se non eventualmente migliorarlo”.

La squadra

“Il gruppo è unito e coeso con diverse individualità che spiccano; la circostanza che quasi tutte le ragazze abbiano avuto la possibilità di scendere in campo grazie al turn over la dice lunga sulla qualità ed il valore della squadra”.

La tua vita extrasportiva

“Studio Economia all’Università di Trento e mi diletto in altri sport all’aperto quali beach volley e nuoto, adorando inoltre fare lunghe passeggiate in montagna; il calcio resta comunque la mia più grande passione, consapevole che poter trasformare una passione in un lavoro rappresenterebbe il sogno della mia vita”.