SHARE

Atleta veterana del calcio italiano, testimonial pubblicitario di diversi marchi, dopo aver vinto lo scorso anno lo scudetto con la Juventus Women è approdata nell’altra sponda del capoluogo piemontese militando nelle fila del Torino Women.

Analisi in casa granata ed azzurra affidata a Simona Sodini, classe 1982, attaccante plurititolata con un invidiabile curriculum calcistico alle spalle.

Ciao Simona, un giudizio e un voto sul campionato del Torino

Il mio voto è più che sufficiente, dò un 6,5, un giudizio più che positivo perché improntato ad una prospettiva futura avendo tante giovani di valore in squadra.

Maternità, calcio e lavoro sono attività tra loro conciliabili?

Sicuramente conciliare il tutto non è affatto facile, essere donna e mamma prevede un dispendio di energie, il lavoro prende tempo e il calcio per mia fortuna resta ancora una grande passione, con una grande dose di sacrificio ogni cosa resta possibile.

Continuerai a giocare nella prossima stagione?

Ora aspetto la nascita del mio secondo figlio, la passione e la voglia di ritornare in campo non mi manca, deciderò con molta calma secondo le dovute priorità.

Dove può arrivare questa Italia ai mondiali di Francia?

Spero fino in fondo, la partecipazione alla massima competizione internazionale rappresenta la ciliegina su una torta che è stata preparata in questi anni da tanti addetti ai lavori. Un grande in bocca al lupo alle azzurre, che possano arrivare fino alla fine, realizzando un sogno.