27/01/2023

Fonte: Chievo Verona

Dopo l’ottimo pari casalingo con la capolista Lazio che ha allungato a cinque la striscia di risultati utili consecutivi, il Chievo è ancora protagonista nel match clou del turno di questo weekend di Serie B. Le ragazze di Venturi, infatti, fanno visita all’ostica Ternana, terza in classifica e appena due punti più in alto delle gialloblù.
Per la trasferta in terra umbra la compagine scaligera ripresenta lo stesso undici che ha ben figurato una settimana fa, con un’importante novità in panchina relativa al recupero dell’acciaccata Stefania Dallagiacoma.

PRIMO TEMPO | Provano a mettere subito pressione le locali che si riversano subito nella metà campo clivense. Al 6′ Spyridunidou si ritrova fra i piedi la sfera sugli sviluppi di corner, ma Bettineschi blocca senza affanni.

Con il passare dei minuti cresce decisamente il Chievo, che aumenta il ritmo e comincia trovare il proprio gioco. Al 9′ dormita colossale della difesa umbra, arriva a grandi falcate Fabiana Alborghetti che prova ad approfittarne. L’italo-brasiliana la piazza, non trovando però la rete per una questione di centimetri. Sarà l’occasione più nitida della prima frazione.

Appena cinque minuti dopo è ancora l’ala gialloblù a rendersi estremamente pericolosa. Punizione di Corrado a cercare le torri, palla vagante e tiro da posizione defilata di Alborghetti che finisce di poco sopra la traversa. Se nella chance precedente avrebbe potuto far meglio, poco da recriminare in questa situazione in cui la giocatrice si è coordinata e ha concluso bene in una zona da cui non è semplicissimo trovare il gol.

La partita diventa sempre più equilibrata, con le due squadre che esprimono grande agonismo in ogni porzione di campo. Nessuno dei due team, però, riesce a trovare l’ultimo passaggio, vedendo bloccate sul nascere tutte le iniziative.
Al di là dei meriti di due fasi difensive attente, forse da constatare anche qualche errore tecnico di troppo nella zona mediana da ambedue le parti.

Al 39′ torna a farsi vedere in avanti la Ternana. Labate evita Mele con una finta e calcia, Bettineschi però è ancora una volta attenta.

Finisce dunque a reti bianche il primo tempo. Il Chievo deve fare senz’altro qualcosa in più per ritrovare quella pericolosità che lo ha contraddistinto soprattutto nelle ultime cinque uscite. Dà all’occhio soprattutto il dato di zero tiri nello specchio nei primi 45′. Di fronte, però, ha sicuramente un avversario che seppur senza grossi squilli, si è confermato arduo.

SECONDO TEMPO | La ripresa avrà un volto completamente opposto rispetto a quanto visto nella prima frazione. Questa volta gli errori arrivano dalle due retroguardie e saranno decisivi da ambedue le parti.

Vantaggio gialloblù | La contesa si sblocca al 63′. Indecisione di Massimino che non spazza via la sfera dopo un controllo infelice e Ferrato ne approfitta prontamente. La centravanti clivense in allungo non lascia scampo a Ghioc.
Settimo sigillo consecutivo nelle ultime cinque partite per Claudia Ferrato, che sta vivendo un periodo fantastico dal punto di vista personale!

Raddoppio Alborghetti | Dopo appena quattro minuti Mele batte la rimessa laterale sfruttando la sponda di Ferrato che restituisce. La laterale scaligera lascia partire un cross pericoloso sul secondo palo su cui si avventa in tuffo Alborghetti, che di testa fa 0-2!

Gara che a questo punto sembra in discesa per le ospiti, che con due fiammate hanno costruito il doppio vantaggio. Neanche il tempo di pensare di gestire quest’ultimo o di sfruttare i probabili spazi in contropiede che avrebbe potuto lasciare la Ternana e arriva però l’episodio che riporta in partita le rossoverdi.

Rimonta lampo | Bastano pochi minuti alle locali per annullare le reti di vantaggio delle gialloblù. Al 71′, al termine di una lunga manovra, il pallone arriva invece quasi per caso a TarantinoZanoletti tenta l’anticipo da dietro, sicura di aver centrato il pallone. L’arbitro però giudica l’intervento del capitano falloso e indica il dischetto. Dagli undici metri Vigliucci non sbaglia.

Poco meno di cinque minuti dopo, cross proprio dell’autrice dell’1-2 dalla corsia mancina su cui la retroguardia scaligera non è reattiva. Pallone che, infatti, viene prima deviato da Tarantino e poi messo in rete da pochi passi da Fusar Poli.

Il 2-2 è una doccia fredda per il Chievo, che subisce inevitabilmente lo smacco anche dla punto di vista psicologico.
Al 78′ la formazione veneta prova a rialzare la testa con un tiro dalla distanza di Kiem, parato senza grossi problemi da Ghioc. Poco altro da qui alla fine nonostante le forze fresche messe in campo da mister Venturi.

Beffa umbra | La Ternana riesce addirittura a ribaltarla nei minuti di recupero. Kiem perde un pallone sanguinoso non calcolando bene un rimbalzo dopo una rimessa laterale, forse anche a causa di un terreno non in ottime condizioni, favorendo l’azione di Fusar Poli. Quest’ultima serve Salvatori Rinaldi, che indisturbata sigla il definitivo 3-2.

Un secondo tempo da montagne russe che prima esalta le gialloblù, poi le carambola in una sconfitta impronosticabile per quanto visto fino alla seconda rete di Alborghetti. Un ribaltone frutto di alcune sbavature che raramente abbiamo visto in questa stagione e che sono costate care al Chievo.
Inconsciamente, forse, la squadra di Venturi ha tolto un po’ il piede dall’acceleratore dopo il doppio vantaggio e ha subito il ritorno della Ternana nell’ultima fetta dell’incontro.
Un finale amaro che lascia un po’ di rabbia che non resta che trasformare in energia positiva in vista dell’ultimo match del 2022. Fra sette giorni allo stadio Olivieri si andrà alla ricerca del riscatto nella sfida con il  Ravenna.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer