SHARE
Elisa Polli

Ciao Elisa, una tua breve presentazione (anni, ruolo…)

Sono Elisa Polli ho 19 anni ed il mio ruolo è attaccante.

Quando hai iniziato a giocare a calcio? Quali sono le tue esperienze in carriera?

Sono entrata nel mondo femminile a 14 anni nella Jesina dove ho vinto un campionato di Serie B per poi giocare nel campionato di serie A (un solo anno). Successivamente sono passata al Tavagnacco per il quale gioco da 3 anni.

A chi ti ispiri? Chi è il tuo idolo?

Non ho un giocatore preferito ma mi piace molto Ibrahimovic. 

Finora qual è stato il tuo più bel momento da calciatrice? 

La vittoria del campionato di serie B con la Jesina.

State disputando una stagione al di sotto delle aspettative che si avevano ad inizio campionato, contro la Florentia siete riusciti a tornare alla vittoria, ora dovrete affrontare la capolista, come bisogna approcciare la gara secondo te per strappare punti preziosi? Chi ti “spaventa” di più della difesa della Juve?

Affronteremo la partita contro la Juventus con la consapevolezza di non dover dimostrare nulla ma di poterlo fare. La nostra forza dovrà essere sicuramente il gruppo, la fame e la cattiveria per poter strappare qualche punto fondamentale per la nostra classifica. La loro difesa è molto forte e ben assemblata, ho molta voglia e interesse a giocare contro Sembrant che è una giocatrice internazionale di alto livello. 

Qual è per te l’attaccante italiana più forte?

Girelli è l’attaccante che mi piace di più. 

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?

Il mio obiettivo è la salvezza del Tavagnacco.

Il tuo sogno qual è?

Vorrei trovare continuità nel giocare cosa che mi è mancata negli ultimi anni per via degli infortuni.