20/06/2024

SERIE A – OTTAVA GIORNATA ANDATA – MILAN-OROBICA CALCIO BERGAMO 3-1

A.C. MILAN: Caesar, Mendes, Alborghetti, Fusetti, Bergamaschi (dal 38’ st Coda), Sabatino, Giugliano, Heroum (dal 16’ st Rizza), Zigic (dal 21’ st Tucceri Cimini), Giacinti, De Moraes. A disposizione: Korenciova, Cacciamali, Manieri, Longo. All.: Carolina Morace.

OROBICA CALCIO BERGAMO: Bettineschi, Milesi Giorgia, Fodri, Vavassori, Viscardi (dal 16’ st Barcella), Merli Luana, Brasi, Merli Cristina (dal 31’ st Tihsler), Poeta, Parsani (dal 21’ st Segalini), Czeczka. A disposizione: Lonni, Assoni, Madaschi, Zamboni. All.: Marianna Marini.

ARBITRO: Sig. Marco Gullotta di Siracusa – ASSISTENTI: Sig. Luigi Benedetto e Sig. Roberto Basile di Crotone.

MARCATRICI: 25’ pt Giugliano (M), 11’ st Luana Merli (O), 26’ st Tucceri Cimini (M), 47’ st Sabatino (M).

AMMONITE: 6’ pt Heroum (M), 23’ pt Milesi Giorgia (O).

OROBICA, CHE PECCATO, ALLA FINE SI IMPONE IL MILAN

E’ un’Orobica che non ti aspettati quella scesa in campo sabato contro la capolista Milan. Ordinata, quadrata in difesa e propositiva in attacco. Finisce 3 a 1 per il Milan ma con rammarico dalla parte bergamasca. Due clamorose occasioni non concretizzate nel primo tempo ed il regalo del primo goal rossonero, unitamente ad una punizione dubbia da cui è scaturita la seconda rete del Milan chiudono il quadro.

Comunque tutto sommato la vittoria delle rossonere ci può stare e dà la certa consapevolezza all’Orobica che, giocando con questa intensità, può giocarsi fino in fondo la salvezza. Per l’occasione mister Marini cambia formazione rispetto al derby col Mozzanica con Bettineschi, Parsani e Viscardi al posto di Lonni, Barcella e Segalini.

L’inizio del match vede l’Orobica giocare senza timori riverenziali e cercare di non far giocare le avversarie attaccandole in velocità. Al 4’ è Cristina Merli ad aprire le ostilità con un sinistro dal vertice dell’area  che termina sopra la traversa. Tre minuti più tardi grossa occasione per le ospiti con Luana Merli che sbuca di testa sul palo opposto su di una punizione calciata da Fodri ma la palla finisce di poco fuori. Al 9’ si vede il Milan con una conclusione dal limite di De Moraes parata senza difficoltà da Bettineschi. Ci prova ancora Giugliano dalla destra ma il tiro è centrale e Bettineschi respinge. Continuano le bergamasche a proporsi in avanti pericolosamente ed al 17’ Luana Merli non trova la giusta coordinazione per la sua battuta dal limite dell’area piccola che termina sul fondo. Due minuti dopo è Fusetti che con una girata di destro non inquadra lo specchio della porta. Vicinissima al vantaggio l’Orobica al 20’ quando Czeczka dopo una bella triangolazione con Luana Merli colpisce l’incrocio dei pali dal vertice destro dell’area. Quando di solito non si concretizza ciò che si crea si finisce puntualmente per prendere goal ed infatti al 25’ il Milan passa: tutto nasce da un lancio in area che un difensore invece che lasciare a Bettineschi rinvia proprio sui piedi di Sabatino che innesca dalla parte opposta Giugliano che mette nel sacco.  Sul finire del tempo un colpo di testa di Giacinti finisce a lato. Si va dunque negli spogliatoi con il minimo vantaggio Milan.

Nella ripresa l’Orobica torna in campo con la stessa intensità del primo tempo alla ricerca del pareggio. Inizia Cristina Merli al 4’ ma il suo sinistro termina alto. La stessa però all’11’ si inventa una bellissima palla in profondità per Luana Merli che salta il portiere e sigla il meritato pareggio bergamasco.  A questo punto le padrone di casa cercano subito di riportarsi in vantaggio ma lo fanno con un tiro troppo centrale di Sabatino con respinta di Bettineschi. La situazione di parità permane fino al 25’ quando l’arbitro decreta una punizione molto generosa a favore delle rossonere: Tucceri realizza dalla distanza il 2 a 1. A questo punto l’Orobica tenta il tutto per tutto anche con l’inserimento di Tihsler ma senza risultati, anzi subisce nei minuti di recupero il terzo goal di Sabatino che sfrutta di testa un lancio dalla destra.

L’incontro termina dunque 3 a 1 per il Milan restituendo un’ottima versione dell’Orobica che sembra avere compreso cosa vuol dire giocare in serie A soprattutto contro un’avversaria così forte senza essere la vittima predestinata. Resta ancora qualche errore in alcune zone del campo ma con la giusta attenzione e con più esperienza si potrà cercare di correggerli. Un plauso a tutte le giocatrici scese in campo dall’inizio ed a quelle subentrate che hanno mostrato caparbietà e carattere che serviranno unitamente alla tecnica, alla tattica e al fisico per raggiungere l’obbiettivo prefissato.

Prossimo appuntamento decisivo contro il Pink Bari in casa sabato 1 dicembre alle ore 14.30.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer