SHARE

La quinta giornata di Serie A femminile va in archivio portando con sé il risultato che non ti aspetti: la Juventus sbatte contro il muro eretto dall’Atalanta e alla fine non va oltre l’1-1. Con questo risultato le bianconere possono solamente raggiungere il Milan capolista solitario in vetta vincendo il recupero di mercoledì sera in casa contro l’Orobica. Partita complicata per le torinesi, che vanno sotto subito per un’autorete di Salvai, poi Girelli dopo pochi minuti sbaglia il secondo rigore di fila dopo quello parato da Pipitone a Roma, e una manciata di secondi dopo Aluko mette a segno il quarto gol in due partite. Il forcing della Juve non riesce a spezzare la resistenza di un’Atalanta ordinata e grintosa, che raccoglie così un punto davvero insperato che dà soprattutto fiducia nell’ambito di un inizio di campionato difficile. Prima vittoria e primi punti in assoluto per la Roma che espugna il campo della Florentia per 2-1 reggendo all’assalto finale delle toscane. Boccata d’ossigeno soprattutto per il tecnico Bavagnoli che in caso di sconfitta avrebbe avuto davvero seri problemi a mantenere saldo il timone della sua barca. In gol Ciccotti nel recupero del primo tempo e Bonfantini nella ripresa. Vicchiarello su rigore a cinque dal termine accorcia le distanze, ma il risultato non cambia più. Vince comodo il Chievo in casa dell’Orobica, raccogliendo così il secondo successo in campionato grazie alla doppietta della sempreverde Boni e al gol di Tarenzi. Il big match di giornata fra Sassuolo e Fiorentina va alle Viola che espugnano il campo delle neroverdi per 2-0 grazie alla doppietta di una strepitosa Alia Guagni: il capitano della Fiorentina è in forma smagliante e tutta la squadra di Cincotta sembra davvero al top, giusto in tempo per il ritorno degli ottavi di Champions contro il Chelsea di mercoledì sera al “Franchi”. Contro le inglesi servirà la partita della vita, perfetta: le toscane hanno tutte le carte in regola per offrire ai propri tifosi e agli sportivi italiani una notte da ricordare. L’unica squadra ancora a secco di punti in Serie A è il Bari, che a Tavagnacco lotta, combatte, ma esce sconfitto per 2-1 con un gol nel recupero di Camporese direttamente da calcio di punizione. Il gol di Piro su rigore al 70′, impattando il vantaggio friulano di Errico dopo dieci minuti dall’inizio della partita, aveva fatto ben sperare le pugliesi, ma la zampata della “senatrice” gialloblu ha spento i sogni delle ospiti e dato una bella mazzata alla classifica. Biancorosse ancora ferme al palo e con una partita da recuperare. Sì, ma contro la Fiorentina a dicembre. Il posticipo televisivo di domenica, fra Verona e Milan, vede la vittoria delle rossonere per 1-0 grazie alla rete di Valentina Giacinti a pochi minuti dall’intervallo: ancora una vittoria di lotta e carattere per il Milan, che come contro il Tavagnacco vince di misura ma ancora non rubando l’occhio dal punto di vista del gioco. Se i risultati sono questi, allora va comunque bene così per il Milan, che la prossima settimana ospiterà nientemeno che la Juventus…