SHARE

di Salvatore Suriano

Procede invariata la lotta in vetta alla classifica dopo la quattordicesima giornata di Serie A femminile con le big che superano le rispettive avversarie e si avvicinano positivamente agli impegni infrasettimanali della Coppa Italia, il colpo della giornata lo firma il Chievo Valpo che stende la Florentia e si porta fuori dalla zona calda infiammando così la lotta per non retrocedere.

BARI – FIORENTINA 0-2 – Alle Viola basta una rete per tempo per archiviare la gara (che vedrà la sua appendice nella ripetizione del match di andata il 5 febbraio). Non è stato però facile superare un Bari coriaceo che si è inchinato solo davanti alle prodezze di Daniela Zazzera e del bomber gigliato Ilaria Mauro.

ROMA – VERONA 2-1 – Soffre terribilmente per un’ora la Roma che deve dar fondo alle proprie capacità per battere il Verona che con il suo pressing asfissiante manda in crisi il sistema di gioco di coach Bavagnoli passando in vantaggio nella prima frazione con Laura Rus. Le venete vengono beffate nel finale dalla rete di Flaminia Simonetti che lancia le giallorosse nel gruppo di testa.

OROBICA – JUVENTUS 0-5 – Le campionesse in carica vincono e convincono nonostante un robusto turn over. L’Orobica ha provato a rispondere alle avversarie come ha potuto ma una volta andato in svantaggio non è riuscito ad invertire la tendenza della gara. Prime reti bianconere per Petronella Ekroth ed il neo acquisto Sofie Pedersen.

CHIEVO VALPO – FLORENTIA 5-0 – Tre punti pesantissimi per le clivensi che in un solo colpo riacquistano morale superando un avversario difficile ed escono dalla zona retrocessione. Perfetta la giornata dei bomber Valeria Pirone e Stefania Tarenzi, entrambi autrici di una doppietta, che fanno la differenza in una gara così delicata.

ATALANTA – TAVAGNACCO 2-2 – Reti e spettacolo nella sfida tra Atalanta Mozzanica e Tavagnacco che dividono la posta in palio in un match sempre sul filo del rasoio. Sono le padrone di casa a passare due volte in vantaggio con Patrizia Caccamo e Maegan Kelly ma vengono riprese da Caterina Ferin e Heidi Kollanen. Il punto guadagnato consente ad entrambe di mantenere una buona posizione di classifica ma non di avvicinare il Sassuolo.

MILAN – SASSUOLO 5-2 – Nella neve di Varese e il Milan ha scatenare la bufera indirizzando il match con quattro reti nel giro di dieci minuti. Le rossonere sembrano fare tutto da sole anche quando restano in dieci per l’espulsione di Korenciova che riapre il match consentendo al Sassuolo di rientrare in gara grazie alla doppietta di Claudia Ferrato. Nel finale la rete di una sempre più capocannoniere Valentina Giacinti chiude il conto.