6 Giornata – Stadio Enzo Ricci

Allo stadio Ricci nella gara che chiude la sesta giornata di Serie A Tim Vision, si affrontano Sassuolo ed Empoli. 

Le padrone di casa hanno iniziato nel migliore dei modi questa stagione vincendo le prime cinque gare di campionato, riuscendo anche a mantenere la porta inviolata nelle ultime quattro.  La squadra di Gianpiero Piovani sta giocando un calcio favoloso, ed esprime al meglio tutto il suo potenziale.  Non è un caso quindi, che le neroverdi si trovino appaiate in cima alla classifica, a punteggio pieno, con le campionesse in carica della Juventus.  

In chiaroscuro finora, il percorso delle toscane che hanno incassato tre sconfitte con Roma, Inter, Juventus e un amaro pareggio sul campo del Pomigliano, (la squadra di Mister Ulderici era in vantaggio per 2-0 prima di subire l’impetuosa rimonta delle campane e il gol del pareggio arrivato al 97’). La prima, netta vittoria è arrivata la scorsa settimana con un convincente 3-1 casalingo ai danni dell’Hellas Verona.

Piovani schiera subito le sue punte di diamante: Lemey, Dongus, Parisi, Filangeri, Santoro, Tomaselli, Benoit, Dubcova, Philtjens, Clelland, Cantore. 

Mister Ulderici si affida ad un 4-4-2 formato dalle seguenti calciatrici: Capelletti, Mella, Knol, Brscic, Oliviero, Prugna, Cinotti, Bardin, Monterubbiano, Dompig, Bragonzi. 

Partenza a razzo della formazione di casa che sblocca la partita dopo appena 5’ con Sofia Cantore: sul lancio lungo di Dongus la velocità della numero 11 del Sassuolo non può essere contenuta dalla difesa empolese. L’attaccante nero verde arriva prima di tutte sulla sfera e spiazza Capelletti, in uscita dai pali, con un bel pallonetto. Dalle tribune si sollevano scroscianti applausi e i tifosi, estasiati possono festeggiare insieme alla squadra questa prodezza che regala il vantaggio dell’1-0. 

Tre minuti dopo, Alice Parisi tenta la girata in area, ma non trova fortuna e il pallone termina sul fondo. 

Dopo i primi minuti fulminanti del Sassuolo, il ritmo della partita cala drasticamente. 

Al 24’ ci prova l’ex di turno, Valeria Monterubbiano, il suo destro però risulta piuttosto centrale e non crea problemi a Lemey.  

Insiste ancora l’Empoli che si affida alle qualità aeree di Asia Bragonzi che al 29’ riceve un cross dalla sinistra, stacca di testa ma spedisce fuori e il risultato rimane invariato. 

Al 35’ c’è una nuova opportunità per il Sassuolo che pressa altissimo le sue avversarie.  Knol tenta di far ripartire la sua squadra ma Tomaselli capisce tutto e in scivolata anticipa il suggerimento. Il pallone diventa buono per Clelland che prova la conclusione dal limite, il suo destro si stampa sul palo e torna in campo ma le ospiti, riescono agevolmente ad allontanare la minaccia. 

In questo primo tempo sono poche, anche se molto pericolose, le occasioni per le due squadre che mantangono alta la concentrazione e l’intensità, soprattutto a centrocampo. L’Empoli spende tanto dal punto di vista fisico mentre il Sassuolo appare più lucido ed ordinato. 

Non ci sono state interruzioni particolarmente lunghe in questa prima parte del match per cui il direttore di gara, decide di assegnare soltanto un minuto di recupero prima dell’intervallo. 

Le ospiti cercano di sfruttare al meglio i pochi secondi concessi, procurandosi una buona occasione per pareggiare i conti. Norma Cinotti, nonostante il raddoppio di marcatura, protegge benissimo il pallone in area e scarica all’indietro per Dompig che da posizione defilata calcia sull’esterno della rete. 

Finisce così un primo tempo serrato e non particolarmente spettacolare, deciso dallo splendido gol di Sofia Cantore.  

Inizia la ripresa, senza novità né da una parte né dall’altra. Come nella prima frazione di gioco è subito Cantore che prova ad incidere ma stavolta la sua conclusione è fuori misura. 

Il Sassuolo torna a recitare la parte del leone e al 52’ trova il gol con Dubcova, partita, a parere dell’arbitro, in posizione irregolare e quindi la rete non viene convalidata. 

Nonostante la delusione per il gol annullatole precedentemente, la numero 10 nero verde non demorde e al 58’ trova la rete del 2-0. Stavolta è tutto regolare, dagli sviluppi di un calcio d’angolo Lana Clelland ci prova dalla distanza, il suo tiro viene murato in area dalla difesa biancoblù e rimane lì, ne approfitta lestamente Dubcova che si impossessa della sfera e sigla facilmente la seconda marcatura per le padrone di casa. 

Il Sassuolo, sicuramente più convincente rispetto al primo tempo, attacca con decisione e costruisce un paio di chiare occasioni da gol che però non si concretizzano fino al 65’ quando le nero verdi, recuperano un pallone prezioso a centrocampo, Santoro, particolarmente ispirata verticalizza per Cantore che si invola a grandi falcate verso la porta. La sua impressionante progressione si conclude con un preciso destro incrociato che si spegne in rete alle spalle di Capelletti. Si tratta del secondo gol personale firmato dall’attaccante in questa partita, che con un complessivo di 5 marcature messe a segno finora si conferma la miglior realizzatrice tra le fila nero verdi. 

Nonostante lo svantaggio accumulato, le ospiti provano a prendere in mano la partita con uno scatto d’orgoglio. Al 69’ Asia Bragonzi controlla palla e conclude dal limite, ma Lemey risponde con una grande parata. 

La partita pare aver preso una direzione ben precisa e il risultato sembra essere ormai al sicuro. L’Empoli, non sembra essere dello stesso parere e al 70’con un sussulto, dimostra di essere ancora in gara. Dagli sviluppi di un corner, Bardin, nella mischia, calcia di sinistro e non sbaglia, accorciando le distanze con il gol del 3-1. 

Buona la reazione delle ospiti che non si danno per vinte e continuano ad attaccare. Nel giro di 4 minuti trovano un’altra rete portandosi così ad una sola lunghezza di distanza dalle padrone di casa. Al 74’ Lemey sbaglia i tempi di uscita, è brava Cinotti ad approfittarne ed accompagnare in porta il pallone del 3-2. 

Il Sassuolo sembra aver accusato il colpo e negli ultimi 15’ rimasti si limita per lo più a difendere l’esiguo vantaggio, soffrendo molto. 

Dall’altro lato un’Empoli sull’onda dell’entusiasmo continua a fare la voce grossa e ad impegnare le avversarie un’occasione dopo l’altra. 

Al 76’ le biancoblù ci provano con Prugna. Il suo destro però non trova lo specchio della porta e si perde a lato. 

La formazione di Fabio Ulderici le prova tutte per agguantare quello che, per il risultato che stava maturando fino al 70’, sarebbe un clamoroso pareggio. 

Poche emozioni da qui al 90’, da menzionare un’ammonizione per parte (a finire sul taccuino dell’arbitro sono Santoro e Bellucci) e una doppia sostituzione per l’Empoli: Cinotti e Brscic lasciano spazio a Nichele e De Rita. 

Sul finale di gara, ecco l’ultima occasione della squadra ospite per agganciare il Sassuolo sul 3-3: un minuto dopo il 90’ Mella fa tremare la traversa e tutti i tifosi nero verdi presenti sugli spalti. Brivido per la squadra di Piovani, che tuttavia non si scompone e lascia scorrere il cronometro fino al triplice fischio del sig. Diop. 

Il Sassuolo vince dunque per 3-2 rimane in vetta alla classifica e mantiene il passo della Juventus. 

Il prossimo impegno per le due compagini è fissato tra un paio di settimane (il campionato osserverà due turni di sosta per gli impegni della Nazionale). Entrambe le formazioni saranno opposte alle squadre della capitale d’Italia: il Sassuolo farà visita alla Roma, mentre l’Empoli dovrà vedersela con la Lazio.       

SASSUOLO-EMPOLI 3-2

Marcatrici: 5’ e 65’ Cantore (S), 57’ Dubcova (S), 69’ Bardin (E), 74’ Cinotti (E)

SASSUOLO: Lemey, Philtjens, Parisi, Benoit (74’ Orsi), Dubcova, Cantore (70’ Brignoli), Tomaselli, Clelland (70’ Cambiaghi), Santoro, Dongus, Filangeri.

A disposizione: Lauria, De Bona, Mihashi, Buonamassa, Orsi, Ferrato, Pellinghelli

Allenatore: Piovani

EMPOLI: Capeletti, Brscic (88′ De Rita), Knol, Prugna, Domping, Cinotti, Bragonzi (88′ Nichele), Mella, Oliviero, Bardin (71’ Silvioni), Monterubbiano (54’ Bellucci).

A disposizione:  Ciccioli, Sacchi, De Rita,  Nichele, Tamborini, Nocchi, Nicolini

Allenatore: Ulderici

Arbitro:  Sig. Diop di Treviglio

Assistenti: Martinelli di Seregno e Renzullo di Torre del Greco

IV Uomo: Torreggiani di Civitavecchia

Note: ammonite Filangeri, Prugna, Santoro e Bellucci