31/01/2023

Nel post partita di Juventus-Sassuolo, ai microfoni di LA7 è intervenuta Sara Gama, Capitano delle bianconere che ha analizzato con freddezza e grande lucidità la partita.

Nel momento in cui avete iniziato la serie dei rigori, vi è venuto in mente il fatto che proprio il Sassuolo nel 2019 è stata l’ultima squadra ad avervi battuto? Avete avuto un po’ di preoccupazione? 

“In realtà a tutte noi è venuto in mente lo spareggio Scudetto, quando siamo arrivate ai rigori…abbiamo pensato più a quello perché il 2019 ormai è lontano. Noi adesso siamo contente perché siamo riuscite a portare a casa la qualificazione per la finale”.

Mister Montemurro ha dichiarato che la forza della vostra squadra è la profondità della rosa. Lui quando decide chi mandare in campo non nota differenze sostanziali nelle scelte che fa…

“È così, infatti vediamo che giocano tante ragazze ma noi siamo un gruppo unico, siamo molto unite e abbiamo fiducia; ed è proprio quella fiducia che lui trasmette in noi… siamo “Confident” come direbbe lui, quando andiamo in campo e questo si vede. Oggi abbiamo portato a casa il risultato anche se non eravamo nella migliore condizione possibile, anzi potevamo senz’altro stare meglio. Di fronte avevamo una squadra molto ostica e quindi siamo contente”.

Hai tanta esperienza ma anche tanto cuore, vuoi spiegare a queste ragazze del Sassuolo, a Sofia Cantore, che oggi stanno piangendo per una sconfitta ai rigori, che per arrivare a vincere ci sono tante occasioni in cui si può anche sbagliare?

“Lo sanno, lo sanno è chiaro che fa male ed è giusto che sia così perché altrimenti significherebbe che non ci si tiene. Sofia poi era con noi quando ai rigori abbiamo portato via lo spareggio e quindi sa cosa vuol dire vincere e sa cosa vuol dire perdere. Non penso che possa essere io, oggi, ad insegnare qualcosa a loro”.  

Quanto sono importanti, se sono importanti, queste 72 ore di recupero fisico e mentale, prima di giocare la finale? 

“Assolutamente si, sono importanti perché abbiamo fatto solamente ieri un allenamento al completo e per alcune di noi, me compresa è stato l’unico allenamento fatto con la squadra. Ci siamo allenate rinchiuse da casa e quindi sicuramente, lavorare un altro paio di giorni insieme sarà utilissimo. A parte che la condizione ogni anno al rientro dalle vacanze è sempre un po’ così, da rivedere, quest’anno mettici anche la variabile Covid e quindi queste ore che abbbiamo sono molto importanti”

Cosa temi del Milan che sarà la vostra avversaria in finale?

“Il Milan è una squadra importante, è la seconda squadra del campionato passato, è arrivata in Champions, la conosciamo bene e sappiamo che ogni sfida contro di loro è importante. Questa è una finale e come tale fa sempre storia a se. Il nostro obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione su quello che noi dovremo fare per vincere, abbiamo due giorni per prepararci al meglio ed arrivare bene alla partita e questo è importante”. 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer