SHARE

Al suo secondo anno nelle fila delle titane, sta contribuendo con le sue determinanti prestazioni al brillante percorso della squadra biancoazzurra, terza in classifica nel campionato cadetto, in lotta con Napoli e Lazio per l’ambito salto di categoria.

Nei giorni scorsi la giovane atleta ravennate si è resa altresì protagonista conseguendo la laurea specialistica in Scienze e Tecnologie alimentari, davanti ad una surreale piattaforma telematica.

Vetrina della giornata per la dott.ssa Giulia Baldini, classe 1994, attaccante della San Marino Academy, che può vantare un parziale stagionale di 18 presenze in campo e 1142 minuti giocati, arricchiti da due reti ed altrettanti assist.

Ciao Giulia, complimenti per l’ambito traguardo. Che emozione hai provato a laurearti on line ?

Ho vissuto un’esperienza alquanto diversa rispetto alla precedente e classica seduta di laurea della triennale dove a farmi compagnia in aula davanti alla commissione vi erano amici e parenti; seppur seduta sola davanti ad uno schermo del pc in un’atmosfera alquanto inedita l’emozione che ho provato, è stata comunque molto forte, il coronamento di un lungo percorso di studi che mi ha consentito di conseguire la laurea specialistica magistrale in Scienze e Tecnologie alimentari al Campus di Cesena; ci tengo a ringraziare particolarmente i professori Marco Dalla Rosa e Virginia Glicerina per avermi seguito durante questo percorso nonché ci terrei a dedicare questo importante traguardo alla mia famiglia perché mi ha incoraggiato e sostenuto sempre sia nell’attività scolastica che sportiva.

Il tuo è un esempio lampante di come si possa conciliare l’attività agonistica con lo studio

Se si desidera fortemente un obiettivo, lo si può raggiungere al cospetto di grandi sacrifici e rinunce; occorre una grande forza di volontà e tanta dedizione, il calcio ti porta via parecchio tempo per via degli allenamenti, delle trasferte e delle partite, richiedendo uno sforzo fisico e mentale non indifferente; per fortuna l’università si dimostra molto flessibile nei confronti di noi atlete, venendo incontro alle nostre richieste di poter spostare gli appelli o richiedere materiale per lo studio se si è impossibilitati a frequentare le lezioni, facilitando il non semplice facile incastro di ogni nostra aspettativa.

Terzo posto in classifica, in piena corsa per la promozione

Ad inizio stagione eravamo partite con l’obiettivo di raggiungere quanto prima la salvezza, poi eventualmente avremmo potuto pensare ad altri traguardi; non pensavamo minimamente di poter raggiungere in così poco tempo l’obiettivo e ritrovarci a lottare per il vertice; pur lontane dai campi di gioco stiamo vivendo un sogno che vorremmo si realizzasse nella realtà a fine stagione.

La tua personale stagione

A livello personale, non sono completamente soddisfatta dell’annata ma questa disamina è compensata dai risultati ottenuti a livello collettivo che mi riempiono di gioia; la squadra è un po’ cambiata rispetto allo scorso anno con l’arrivo di giovani ragazze di talento che sono riuscite ad integrarsi in un gruppo già affiatato ed in un sistema di gioco dove è richiesta sempre maggiormente una certa duttilità ed adattamento nei reparti di gioco.

Gli allenamenti ai tempi del Covid 19

Ho la fortuna di appartenere ad una società con la S maiuscola dotata di uno staff composto da persone preparate e competenti; seppur a distanza, ci teniamo in allenamento, osservando le indicazioni che ci vengono impartite in videoconferenza, suggerimenti utili per tenere attive la mente e il fisico in attesa del rientro in campo.