26/01/2023

Quarti di finale – andata 30 gennaio 2022

Terzo quarto di finale della Coppa Italia, si gioca a Bogliasco la sfida tra la Sampdoria e il Milan.

Mister Cincotta schiera la seguente formazione: Soggiu, Boglioni, Spinelli, Pisani, Rizza, Fallico, Rincon, Battelani, Giordano, Helmvall, Martinovic.

Risponde Maurizio Ganz con: Babb, Codina, Fusetti, Agard, Guagni, Adami, Grimshaw, Thrige Andersen, Bergamaschi, Piemonte, Thomas.

In avvio di partita è il Milan che prova a premere sull’acceleratore e al 4’ ha una grandissima occasione. Punizione dalla trequarti offensiva di destra e preciso colpo di testa di Adami al centro dell’area, il gol sembra fatto ma Valentina Soggiu, al suo esordio in maglia blucerchiata, si presenta alla grande, si inarca e compie un vero e proprio miracolo, respingendo il pallone in calcio d’angolo.

Sul tiro dalla bandierina, il pallone arriva al centro dell’area ad Alia Guagni che stacca più in alto di tutti e di testa, realizza il gol dell’1-0.

Ancora Milan pericoloso al 7’ con Greta Adami che ci prova dalla distanza, ma la sua conclusione è bloccata senza problemi dall’attenta Soggiu. 

Due minuti dopo, arriva la prima occasione degna di nota per la Sampdoria che guadagna un calcio di punizione dai 25 metri. Alla battuta va Rincon che calcia bene ma il pallone si perde di poco a lato.

All’11’ spunto di Battelani che entra in area di rigore e sull’attacco di Fusetti termina a terra. Il direttore di gara non ha dubbi, decreta il calcio di rigore a favore della Sampdoria e ammonisce il difensore rossonero.

Dal dischetto si presenta Rincon che calcia con il destro e supera l’estremo difensore rossonero. È 1-1 tra Sampdoria e Milan. 

Al 22’ bella ripartenza della squadra di casa con Martinovic che ingaggia un duello con Codina, ha la meglio la calciatrice rossonera che riesce così a salvare.

Grandissimo rischio al 27’ per la difesa doriana, un retro passaggio assassino mette in difficoltà Soggiu che sull’attacco di Piemonte, riesce comunque a respingere ma lo fa tra i piedi di Thomas che ha tutto lo specchio della porta libero davanti a sè, controlla al limite dell’area e calcia, ma il pallone termina di pochissimo a lato.

Un minuto dopo, Bergamaschi si invola sulla sinistra, entra in area di rigore e dall’area piccola calcia di punta verso la porta, il pallone si stampa conto la traversa e torna in campo.

Al 33’ conclusione di Grimshaw dal limite dell’area che viene respinta dal difensore, sulla sfera arriva Thrige Andersen che crossa basso sul primo palo e Martina Piemonte mette a segno la rete del nuovo vantaggio 2-1.

Al 43’ pallone in area di rigore rossonera e conclusione volante con il tacco di Martinovic, il famoso gesto dello scorpione, bello a vedersi ma poco incisivo.

Un minuto dopo viene ammonita per proteste anche Grimshaw.

Il direttore di gara, Gemelli, dopo un minuto di recupero manda le squadre al riposo con il Milan avanti 2-1 sulla Sampdoria.

Al rientro in campo, la squadra di casa, presenta un volto nuovo, entra infatti Ana Lu Martinez al posto di Battelani.

Occasionissima per il Milan al 49’ con Alia Guagni che riceve un pallone all’interno dell’area di rigore e calcia di potenza verso la porta ma è bravissima Valentina Soggiu a respingere sopra la traversa.

Sugli sviluppi del calcio d’angolo, il pallone arriva a Codina che da posizione defilata effettua un pericoloso tiro-cross con il pallone che termina contro la traversa.

Il Milan sta giocando meglio e tiene costantemente la Samp nella propira metà campo.

Al 60’ Valentina Bergamaschi entra in area di rigore e viene atterrata da Helmvall. L’arbitro assegna il calcio di rigore a favore del Milan. Sul dischetto va Thomas che calcia di precisione e supera Soggiu che si tuffa nel l’angolo giusto ma non riesce ad intervenire. 

Cincotta prova a cambiare qualcosa e inserisce al 63’ Wagner al posto di Boglioni. Gli risponde Ganz che toglie dal campo Guagni e mette Longo.

La partita perde un po’ di intensità e i due mister ne approfittano per continuare la girandola di cambi. 

Al 71’ nella Sampdoria entrano Bursi e Seghir al posto di Rizza e Rincon e nel Milan, Jane prende il posto di Adami.

Al 76’ azione di ripartenza del Milan con Piemonte che lancia Thomas, l’attaccante rossonera si invola verso la porta e calcia sul primo palo, blocca in tuffo Soggiu.

Altro cambio al 78’ per Maurizio Ganz che sostituisce Martina Piemonte con Stapelfeldt.

Prova a reagire con azioni manovrate la squadra di casa, alla ricerca quanto meno del gol del 2-3 che renderebbe meno impossibile la gara di ritorno; il Milan però non lascia spazi e soprattutto è pericoloso quando riparte in contropiede.

All’81’ sostituzione anche tra le fila doriane, entra Bargi al posto di Martinovic.

Due minuti dopo, Bergamaschi viene lanciata in area di rigore, è bravissima Soggiu ad uscire alla disperata e ad obbligare la giocatrice rossonera ad un pallonetto che non trova la porta. 

Il direttore di gara assegna 3’ di recupero e al 92’ su calcio d’angolo battuto come sempre molto bene da Andersen arriva il preciso colpo di testa di Grimshaw che realizza di testa il gol del 4-1.

All’ultimo minuto, la Sampdoria trova il gol con Fallico ma il direttore di gara annulla per una posizione di fuorigioco. 

Arriva pochi istanti dopo, il triplice fischio di Gemelli, con il Milan che vince per 4-1 e indirizza, anche se ci sarà ancora da giocare la gara di ritorno, il passaggio del turno. 

SAMPDORIA (3-5-2): Soggiu; Boglioni (62′ Wagner), Spinelli, Pisani; Rizza (71′ Bursi), Fallico, Rincon (71′ Seghir), Battelani (46′ Martinez), Giordano; Helmvall, Martinovic (81′ Bargi). A disposizione: Brunelli, Auvinen, Tarenzi, Gardel. Allenatore: Cincotta.

MILAN FEMMINILE (3-4-3): Babb; Codina, Fusetti, Agard; Guagni (64′ Longo), Adami, Grimshaw, Thrige Andersen; Bergamaschi, Piemonte (77′ Stapelfeldt), Thomas. A disposizione: Fedele, Kirschstein, Jane, Tucceri Cimini, Miotto, Cortesi Allenatore: Ganz.

ARBITRO: Gemelli di Messina. Assistenti: Lencioni di Lucca e Linari di Firenze. Quarto ufficiale: Frazza di Schio.

MARCATRICI: 6′ Guagni, 13′ rig. Rincon, 33′ Piemonte, 63′ rig. Thomas, 91′ Grimshaw

AMMONITE: Fusetti, Rizza, Grimshaw.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer