6 Giornata – Campo da Calcio Comunale Roberto Garrone

Al Campo Riccardo Garrone di Genova si gioca la prima partita del settimo turno di campionato. La Sampdoria è alla ricerca di punti importanti per la classifica e affronta in casa un avversario tutt’altro che comodo, l’Inter di Rita Guarino, squadra che ha iniziato molto bene la stagione ma che viene dal passo falso di Pomigliano.

Mister Cincotta schiera la seguente formazione: Tampieri, Boglioni, Auvinen, Rincòn, Martinez, Re, Pisani, Tarenzi, Novellino, Fallico, Giordano. 

Rita Guarino risponde con: Durante; Merlo, Sønstevold, Alborghetti, Landström; Simonetti, Csiszàr, Pandini, M. Portales, Marinelli, Njoya Ajara.

È subito pericolosa l’Inter al 3’ con un calcio d’angolo dalla sinistra, il colpo di testa di Sønstevold è respinto benissimo da Tampieri, Njoya Ajara è più lesta di tutte e mette il pallone in rete. Si alza però la bandierina dell’assistente e il direttore di gara annulla per fuorigioco. 

La risposta doriana arriva all’8’ con un preciso colpo di testa di Tarenzi respinto benissimo dal portiere Durante, il pallone arriva tra i piedi di Re che però calcia sull’esterno della rete.

All’11’ grande palla di Rincon per Tarenzi che entra in area di rigore, anticipa l’uscita del portiere nerazzurro e sigla la classica rete dell’ex. Sampdoria in vantaggio per 1-0. Al 14’ calcio d’angolo dalla bandierina di destra per la squadra di casa, cross di Rincon per Cecilia Re che stacca più in alto di tutti e di testa realizza il gol del 2-0.

Al 21’ calcio di punizione dalla trequarti di Ana Lu Martinez ed inserimento preciso di Tarenzi che con il piatto da pochi passi mette il pallone in rete ma l’arbitro annulla per un millimetrico fuorigioco. La difesa dell’Inter si era lasciata nuovamente sorprendere ma questa volta il fischio di Nicolini la salva.

Al 29’ Inter vicinissima al gol con Njoya Ajara che controlla benissimo in area di rigore, si libera della diretta avversaria e calcia a botta sicura ma Tampieri compie un vero e proprio miracolo e respinge in calcio d’angolo. Ancora pericolosa la squadra nerazzurra, dalla bandierina il pallone arriva ad Alberghetti che controlla e calcia con l’esterno destro, il pallone fa la barba al secondo palo e termina a fondo campo. 

Al 33’ cambio obbligato nella Sampdoria, deve uscire Elena Pisani e al suo posto entra Spinelli. 

Sampdoria vicinissima al terzo gol al 44’ con un tiro sotto porta di Auvinen parato miracolosamente da Durante, il pallone a due passi dalla linea viene poi calciato da Cecilia Re ma è ancora bravissimo il portiere a respingere, l’azione non è ancora terminata perché arriva Ana Lu Martinez che calcia di potenza ma il tiro termina di poco alto sopra la traversa. 

L’arbitro dopo 2’ di recupero decreta la fine di un bel primo tempo che la Samp conduce per 2-0.

Inizia la ripresa con le squadre che non effettuano sostituzioni.

Al 49’ preciso lancio di Rincon per Tarenzi che viene anticipata dall’ottima diagonale di Merlo che permette a Durante di uscire e bloccare il pallone. 

Due minuti dopo, punizione di Rincon per Tarenzi che colpisce di testa ma Il portiere si fa trovare ancora pronto e blocca. Anche questa volta però, come già accaduto nel primo tempo la segnalazione dell’assistente cancella tutto.

Al 53’ fa tutto Rincon, prima si guadagna un calcio di punizione dal limite dell’area e poi lo calcia con un tiro a giro che termina alto.

Al 55’ arriva il primo cambio in casa Inter esce Pandini ed entra Karchouni. 

Due minuti dopo, Marinelli se ne va sulla destra e mette al centro una bella palla per Njoya Ajjara che viene però anticipata da un grandissimo intervento di Spinelli.

Al 62’ la scatenata Rincon tenta la conclusione dal limite dell’area ma Durante blocca in due tempi.

Al 65’ cambio per entrambe le panchine, Rita Guarino richiama l’infortunata Portales ed entra Polli, mentre mister Cincotta inserisce Seghir al posto di Boglioni.

Al 76’ grande giocata di Marinelli sulla fascia sinistra, mette il turbo l’esterna nerazzurra che supera l’avversaria ed effettua un pericoloso cross che attraversa tutta l’area di rigore senza che nessuno riesca ad intervenire.

All’82’ sempre da azione di calcio d’angolo la Sampdoria cala il tris. Cross dalla bandierina di destra da parte di Rincon e colpo di testa vincente di Tarenzi che mette a segno la sua seconda rete personale. È 3-0 per la Sampdoria ed è notte fonda per l’Inter di Rita Guarino.

All’84’ cambio nella Sampdoria, esce proprio Rincon ed entra la giovane Alice Berti che però è sfortunata e prorpio al 90’ è costretta ad abbandonare il campo per un infortunio alla caviglia. Il direttore di gara concede 6’ di recupero che l’Inter gioca in superiorità numerica. Il tempo passa e non succede più nulla, al triplice fischio dell’arbitro Nicolini può iniziare la festa della Sampdoria che vince e conquista meritatamente i 3 punti.

SAMPDORIA: Tampieri, Boglioni (65′Seghir), Auvinen, Rincòn (84′Berti), Martinez, Re, Pisani (33′Spinelli), Tarenzi, Novellino, Fallico, Giordano. A disposizione: Babb, Helmvall, Bursi, Musolino, Berti, Battelani, Carp Allenatore: Cincotta.

INTER: Durante; Merlo, Sønstevold, Alborghetti, Landström; Simonetti, Csiszàr, Pandini (57′Karchouni), M. Portales (64′Polli), Marinelli, Njoya Ajara. A disposizione: Cartelli, Gilardi, Karchouni, Santi, Pavan, Passeri, Vergani. Allenatore: Guarino.

ARBITRO: Nicolini di Brescia.

MARCATRICI: 12′e 82′Tarenzi, 15′Re

AMMONITE: Fallico, Re