27/01/2023

5a giornata – 16 dicembre 2022

La Roma scende in campo allo Stadio Francioni di Latina per giocarsi il primo match point valido per la qualificazione diretta al prossimo turno della UEFA Womens Champions League. Ospite delle ragazze di Alessandro Spugna, il St. Polten formazione già battuta bella partita di andata con il risultato pirotecnico di 4-3.

Purtroppo la giornata è iniziata nel peggiore dei modi con la notizia della prematura scomparsa di Sinisa Mihajlovic, che ha lottato come un leone contro una malattia terribile. 

Nei maxi schermi dello stadio, il volto del campione ha accompagnato il minuto di silenzio con cui le due squadre si sono avvicinate alla gara.

Il mister giallorosso, Alessandro Spugna ha schierato la seguente formazione: Ceasar, Bartoli, Wenninger, Linari, Minami, Andressa, Giugliano, Greggi, Serturini, Giacinti, Haavi.

Le condizioni climatiche sono pessime, piove tantissimo, un acquazzone fuori portata si è abbattuto su Latina e ha portato il campo al limite della praticabilità.

L’’arbitro, la gallese Cheryl Foster ha dato comunque il via alla gara.

La Roma è partita subito forte e si è resa pericolosa al 4’ con un cross dalla sinistra di Haavi e il successivo colpo di testa di Andressa che è stato respinto con il braccio dalla diretta avversaria. L’arbitro, coperto forse nella sua visuale, non vede e lascia correre. 

Passa un solo minuto e si ripete l’azione, questa volta è Giada Greggi dalla destra a crossare e Giacinti a concludere con una deviazione volante, anche questa volta il pallone viene respinto nettamente dal braccio del difensore ma il direttore di gara incredibilmente decide di non sanzionare l’intervento e lascia nuovamente correre.

Al 7’ la pioggia scende ancora più copiosa e il pallone non scivola sul prato del Francionj; Cheryl Foster è obbligata a sospendere la partita e le squadre fanno il loro ritorno negli spogliatoi.

Dopo una decina di minuti, arbitro e assistente tornano sul rettangolo verde per provare nuovamente a valutare le condizioni del terreno e decidono, visto che piove di meno di provare a far riprendere la partita con orario di inizio posticipato alle 20:15.

Si riparte dunque dal 7 minuto e 20 secondi sul risultato di 0-0.

Al 12’ Emilie Haavi entra in area di rigore, punta Balog e viene atterrata; rigore abbastanza eloquente per tutti tranne che per l’arbitro che incredibilmente lascia giocare.

Ancora Roma pericolosa al 14’ con il cross della solita Haavi e il colpo di testa di Giugliano che viene bloccato da Schlüter.

Rimessa laterale in zona d’attacco per la squadra giallorossa con Bartoli che serve direttamente Andressa, controllo spalle alla porta e conclusione di potenza con il sinistro che termina di poco largo.

Un minuto dopo, errore in fase di ripartenza della Roma con Ceasar che rilancia proprio tra i piedi di Zver, la calciatrice ospite tenta il pallonetto ma il pallone termina alto sopra la traversa.

Al 25’ bellissima uscita palla al piede della squadra di Alessandro Spugna con Giugliano che serve Serturini, corsa sulla destra di 30 metri e pallone servito nuovamente a Giugliano che arriva in corsa e calcia ma trova sulla traiettoria la schiena di Schumacher che riesce a respingere. 

Al 33’ è molto brava Valentina Giacinti al centro del campo a proteggere il pallone e allargarlo su Giugliano; lancio millimetrico verso Serturini che s’invola verso la porta, controllo e destro vincente sul primo palo che regala il vantaggio alla Roma 1-0.

La scatenata Serturini regala al 35’ un pallone d’oro a Bartoli che avanza in area di rigore e quasi dalla linea di fondo, effettua un cross respinto a fatica dalla retroguardia austriaca. 

Al 36’ Giacinti trova Greggi al limite dell’area, la botta viene bloccata dal portiere Schlüter.

Occasione per la Roma al 39’ con un preciso lancio a tutto campo di Andressa che taglia fuori l’intera difesa austriaca e trova sulla corsa Haavi; la norvegese entra in area di rigore e conclude con il sinistro verso la porta ma Schlüter è bravissima e respinge in calcio d’angolo.

Dalla bandierina va Andressa con Bartoli che attacca benissimo il primo palo e colpisce di testa ma il pallone termina a fondo campo.

La Roma è padrona del campo e il risultato di 1-0 le va stretto; al 42’ sul solito asse Giugliano-Serturini arriva l’ennesimo pericolo per la porta austriaca.

Manuela vede Serturini e la serve sulla destra, controllo e dribbling vincente su Tabotta, preciso cross basso verso il centro dell’area ma nessuna compagna arriva all’impatto con il pallone.

Al 43’ è Greggi che trova la solita ispiratissima Serturini, controllo e cross verso l’area di rigore con l’inserimento di Andressa che attacca il pallone, lo colpisce con il fianco ma nonostante la buona volontà, non trova la porta.

Senza recupero, proprio al 45’ l’arbitro Cheryl Foster manda le squadre negli spogliatoi con la Roma in vantaggio per 1-0.

Ne approfitta mister Brancao-Ribeiro per effettuare due sostituzioni, escono Balog ed Enzinger, al loro posto entrano Johanning e Brunnthaler.

Al 48’ bella giocata di Serturini e conclusione da fuori area di Giugliano che termina alta sopra la traversa.

Un minuto dopo, progressione di Greggi sulla sinistra e cross al centro per Serturini che attacca il secondo palo ma non trova l’impatto con il pallone.

Bellissima azione della Roma al 54’ con Greggi che serve Haavi, scambio di prima intenzione con Andressa e assist per Giacinti che a pochi passi dalla linea di porta non riesce a spingere il pallone in rete e la difesa può liberare.

Al 55’ Serturini punta nuovamente Tabotta e la salta, passaggio per Giugliano che attacca il primo palo e lascia partire il tiro deviato in angolo dal difensore.

Dalla bandierina va Andressa, tiro al volo di Gicinti dal limite dell’area parato senza difficoltà da Schlüter.

Al 56’ viene ammonita Zver per una trattenuta fallosa al centro del campo sulla scatenata Greggi.

Prima sostituzione nella Roma al 62’ con Andressa che lascia il campo, al suo posto entra Roman Haug.

Al 64’ cross dalla sinistra di Zver e colpo di testa al centro dell’area di Mãdl respinto in calcio d’angolo dall’ottimo intervento in tuffo di Ceasar.

Sul cross dalla bandierina il pallone ristagna al centro dell’area, si accende una mischia con Ceasar che è brava a bloccare un pallone che, sul campo bagnato poteva risultare molto complicato.

Al 69’ arriva la seconda sostituzione nella Roma, esce la migliore in campo Annamaria Serturini e al suo posto il mister Alessandro Spugna inserisce Benedetta Glionna.

Al 77’ per proteste, viene ammonito in panchina un tesserato del St. Polten con l’arbitro che va a sventolare il cartellino sotto il naso dell’austriaco.

Mischia in area di rigore giallorossa all’80’ con Linari che rilancia il pallone proprio tra i piedi di Brunnthaler, tocco verso Eder che calcia benissimo verso l’angolo destro ma Ceasar è superlativa e respinge; il pallone rimane pericolosamente a pochi passi dalla porta e Camelia con un balzo felino, riesce ad anticipare anche Mãdl.

All’81’ Greggi serve in profondità Giacinti che controllo il pallone sulla sinistra, si accentra e scambia con Roman Haug; il passaggio di ritorno libera l’attaccante giallorossa a pochi passi dalla linea di porta, il tiro supera l’estremo difensore austriaco ma finisce sul palo, Glionna è più lesta di tutte e corregge in rete il pallone del più che meritato 2-0 giallorosso.

È una rete importantissima che avvicina a grandi passi la Roma alla qualificazione.

All’83’ proprio Glionna dalla sinistra effettua un cross che diventa un assist per Giugliano, controllo sul secondo palo con il destro e conclusione di prima intenzione sempre con l’esterno del piede destro; il pallone supera Schlüter e la Roma vola sul risultato di 3-0. 

All’84’ escono dal campo le romane Greggi e Bartoli, al loro posto Claudia Ciccotti e Norma Cinotti. Nel St.Polten escono Tabotta e Schumacher al loro posto entrano Meyer e Zágor.

Haug all’86’ fa proseguire Haavi che punta nuovamente l’area di rigore, scambia con Giacinti e mette al centro uno splendido pallone che Giugliano sospinge in rete per il gol del 4-0.

La Roma diverte e si diverte, il pubblico applaude e intona cori a favore di queste straordinarie ragazze che giocano un grande calcio. 

Non è finita perché all’88’ con un lancio di 30 metri, Haavi trova sulla profondità Glionna, controllo e tiro sull’uscita del portiere con il pallone che termina nuovamente in rete. È il gol del 5-0 per una Roma straripante.

Cross di Glionna all’89’ e tiro di Haavi che viene bloccato a terra dal portiere austriaco.

Al 90’ lancio lungo di Linari per Haug che controlla e crossa, Ciccotti mette giù il pallone e calcia ma Zver in scivolata respinge in calcio d’angolo. 

Dopo 3’ di recupero il direttore di gara, la gallese Cheryl Foster mette fine ad una partita che scrive la storia per la Roma che vince 5-0 contro il St. Polten ma sopratutto si qualifica ai quarti di finale della Uefa Women Champions League ed entra di diritto tra le migliori 8 squadre d’Europa.

Complimenti alle ragazze e al mister Alessandro Spugna, artefice di questo straordinario gruppo.

ROMA (4-2-3-1): Ceasar; Bartoli (84′ Cinotti), Wenninger, Linari, Minami; Giugliano, Greggi (84′ Ciccotti); Serturini (69′ Glionna), Andressa (62′ Haug), Haavi; Giacinti. A disp.: Ohrstrom, Landstrom, Kajzba, Ferrara, Bergersen, Kollmats, Lazaro, Kramzar. All. Alessandro Spugna

ST. PÖLTEN (4-3-3): Schluter; Tabotta (84′ Zagor), Balog, Klein, Wenger (46′ Johanning); Madl, Eder, Mikolajova; Schumacher (84′ Meyer), Enzinger (46′ Brunnthaler), Zver. A disp.: Palmen, Fuchs, Falkensteiner, Lemesova.
All. Celia Liese Brancao-Ribeiro

Arbitro: Cheryl Foster (WAL) – Assistenti: Ceri Louise Williams (WAL) – Emily Carney (ENG)
Quarto Ufficiale: Tess Olofsson (SWE)

Marcatrici: 34′ Serturini, 82′ Giacinti, 84′ Giugliano, 86′ Giugliano, 88′ Glionna

Ammonizioni: Zver (STP)

Note: 1.500 tifosi presenti.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer