SHARE
Credit Foto - Riozzese
Il suo idolo è da sempre Ronaldinho, gioca a calcio da quando ha 7 anni e nel corso della sua carriera ha fatto esperienza in diverse squadre: intervista speciale a Ester Postiglione, calciatrice della Riozzese.

Ciao Ester, una tua breve presentazione (anni, ruolo…)

Ciao, sono Ester Postiglione, ho 27 anni e sono una centrocampista centrale della Riozzese.

Quando hai iniziato a giocare a calcio? Quali sono le tue esperienze in carriera?

Ho cominciato a giocare a calcio a 7 anni nella squadra dell’oratorio di Gorgonzola, una squadra maschile ovviamente. A 12 anni sono andata al Fiammamonza con cui ho fatto le giovanili e con la quale ho esordito in prima squadra che a quel tempo militava in Serie A e poi in A2. Sono rimasta a Monza per 7 anni dopodiché ho fatto un’esperienza in Sardegna all’Oristano per 2 anni intervallata dall’estate a Seattle nell’anno d’esordio dell’AC Seattle. Un’esperienza unica che mi ha permesso di giocare con campionesse come Guagni e Giacinti. Dopo l’esperienza sarda ho fatto un anno con il Milan Ladies con cui ho vinto il campionato di serie C. L’anno dopo mi sono trasferita alla Como2000 e abbiamo vinto il campionato di Serie B. Un po’ per il viaggio e un po’ per motivi di studio ho scelto di approdare alla Riozzese e questo è il terzo anno che sono qui.

A chi ti ispiri? Chi è il tuo idolo?

Da centrocampista centrale mi sono sempre ispirata a Pirlo e ad Iniesta come tipo di gioco anche se il mio idolo fin da bambina è sempre stato Ronaldinho.

Finora qual è stato il tuo più bel momento da calciatrice, quello che non dimenticherai mai?

Ci sono stati tantissimi momenti indimenticabili ma se devo sceglierne uno è la finale di Coppa Italia l’anno scorso contro il Napoli. Se penso al pareggio all’ultimo secondo dei tempi regolamentari mi fa venire ancora la pelle d’oca.

State disputando una buona stagione, avete avuto un inizio straordinario… qual è l’obiettivo del tuo club?

Il nostro obiettivo rimane la salvezza ed il mantenimento della categoria, sappiamo benissimo che ci sono squadre molto più attrezzate di noi ma cerchiamo di guardare partita per partita e fare più punti possibili per arrivare presto al nostro traguardo.

Qual è per te la centrocampista italiana più forte?

La centrocampista italiana più forte è Manuela Giugliano.

Qual è il tuo obiettivo personale per questa stagione? In che cosa vorresti migliorare sul campo?

Il mio obiettivo personale è quello di essere sempre a disposizione della mia squadra soprattutto nei momenti di difficoltà che ci possono essere durante la partita e di prendermi la responsabilità di avere la palla tra i piedi anche quando “scotta”.

Il tuo sogno qual è?

Il mio sogno per quanto riguarda il calcio è che le ragazze in futuro abbiano la possibilità di viverlo da professioniste dedicandosi solo alla loro passione senza dover fare un doppio lavoro.

In questo periodo difficile per la nostra Italia, vuoi lanciare un messaggio a tutti i tuoi tifosi e agli appassionati del calcio femminile?

#andratuttobene ma ora rimanete a casa! Torneremo poi ad abbracciarci tutti con la consapevolezza di non dare per scontato ogni bacio e abbraccio dato e ricevuto.