SHARE

Como, 24 gennaio 2021 – Si è conclusa con un pareggio che soddisfa principalmente la squadra umbra, la 14^ giornata di campionato serie B che ha visto chiudersi Riozzese Como – AC Perugia Calcio con risultato di 1-1.

Anche nel girone di andata il cammino delle comasche verso la promozione era stato arrestato dal team del tecnico Luciano Mancini; dopo un risultato di 0-3 in favore della Riozzese, la vittoria era stata assegnata al Perugia dal giudice sportivo, a seguito della violazione da parte della squadra comasca del numero massimo di cinque sostituzioni consentito, così come previsto dal Comunicato Ufficiale n. 235/A pubblicato in data 26 giugno 2020 della F.I.G.C.

Una gara dominata dalle padrone di casa, alle quali però è mancata la concretezza per aggiudicarsi i tre punti. Dall’altro lato, le umbre hanno saputo gestire con ordine la situazione anche dopo l’espulsione di Ilenia Serluca all’ 82′, che le ha costrette a resistere all’avanzata della Riozzese in minoranza numerica negli ultimi fondamentali minuti di gioco. 

Decisiva la freddezza di Rangana Timo che al 64′ trasforma un calcio di rigore nel momentaneo vantaggio del Perugia, sfumato dopo cinque minuti con il gol al 69′ di Rognoni, che già in andata aveva messo la palla in rete.

“Credo che il lavoro ripaghi sempre- ha commentato Rangana Timo- e noi dal primo allenamento, anche essendo una squadra molto giovane, abbiamo sempre dato tutto. I nostri sacrifici si sono sempre visti e, partita dopo partita, siamo cresciute sia come gioco che come squadra”

La centrocampista classe 2000 del Perugia, ha evidenziato poi l’emozione del gol

“È stato bellissimo segnare, soprattutto perché è stato il mio primo gol in serie B, un gol importante per la squadra. La nostra forza è il gruppo, noi in campo ci aiutiamo, ci incitiamo sempre e le più “grandi” cercano sempre di aiutare le più giovani”.

Nicolò Cesaroni