SHARE

Al suo primo anno da allenatore nel settore giovanile femminile sta dominando il girone avendo vinto tutte e sette le gare disputate secondo il calendario.

Diamo voce e risalto a Federico Casadei, allenatore della squadra Primavera del Riccione, compagine prima classifica con 21 punti nel campionato under 19 di categoria dell’Emilia Romagna.

Salve mister Casadei, per iniziare, una breve presentazione

Sono un allenatore con patentino B, ho maturato esperienze per diversi anni nel settore giovanile maschile del Coriano prima di approdare alla squadra primavera del Riccione a partire da questa stagione.

Quali le differenze tra settore maschile e femminile ?

Non ho trovato grandi differenze a parte ovviamente la forza e struttura atletica, mi ha favorevolmente impressionato invece la qualità delle atlete a disposizione, il livello è decisamente molto alto, si lavora in maniera seria ed organizzata.

Un bilancio provvisorio di stagione

Sono decisamente soddisfatto delle prestazioni delle ragazze, sono indubbiamente ragazze molto brave e di prospettiva, siamo stati capaci di vincere tutte le gare previste nel girone anche con squadre affiliate a società maschili professionistiche; a detta degli addetti ai lavori giochiamo anche un bel calcio e i risultati lo dimostrano.

Il rapporto con la prima squadra

Periodicamente passiamo almeno 4-5 ragazze alla prima squadra, il nostro obiettivo è quello di creare una “cantera”, un serbatoio per la prima squadra. In prospettiva ci sarà sicuramente una rosa sempre più competitiva e di valore.

In cosa consiste principalmente il suo lavoro ?

Abbiamo a disposizione giovani ragazze dal 1999 al 2004, il mio lavoro si concentra principalmente sull’aspetto tecnico nelle sue varie sfaccettature, in particolar modo su come impostare i passaggi, il controllo e la trasmissione della palla, facendo affidamento sui movimenti in fase difensiva senza mai trascurare però che in questa fase dell’età la componente del gioco e del divertimento resta un aspetto basilare e principale per le ragazze.