SHARE

In periodo di quarantena, analisi e situazione in casa giallorossa affidate al mister Stefano Fiorucci. 

Partiamo dal fronte “salute”: qual è la situazione in casa Res Women?

In questo periodo difficile siamo stati fortunati perché nessuno della società ha avuto problematiche di salute, questo ci ha consentito di affrontare la situazione in maniera un po’ più leggera.

In queste settimane quali attività state facendo svolgere alle ragazze e come le state monitorando ?

Le ragazze ogni settimana ricevono dallo staff un lavoro atletico da fare da sole, con circuiti che consentono di mantenere una capacità atletica, da fare in casa e inoltre una volta a settimana le ragazze si collegano in diretta instagram con la personal trainer Francesca Fabri per circuiti di lavoro atletico. Al termine della settimana viene redatto un report con la tipologia di lavoro svolta ed il peso corporeo di ogni atleta.

Non solo parte atletica ma anche didattica, con l’ausilio delle immagini delle gare disputate quest’anno

Si inoltre ogni settimana creiamo un video con un’analisi di una partita, evidenziando qualche errore ricorrente oppure cerchiamo di esaltare qualche sviluppo che contraddistingue la nostra maniera di giocare. Facciamo questo lavoro per cercare di mantenere almeno dal punto di vista teorico capacità tattiche che speriamo di riportare presto in campo.

Non è chiaro cosa sarà di questa stagione, se verrà conclusa o annullata. Qual è la tua opinione in merito ?

Sinceramente penso che qualsiasi decisione si prenda sul proseguo della stagione scontenti qualcuno. Dal punto di vista personale spero che ci siano il prima possibile le condizioni per tornare alla normalità, poi credo che molto dipenda dalla data utile per tornare in campo.

Per la Res Women che stagione è stata?

Sicuramente una stagione di alti e bassi, siamo partiti male e questo ci ha costretti ad inseguire la testa della classifica da subito, purtroppo durante il corso della stagione abbiamo perso altri punti pesanti che ci hanno tirato fuori dai giochi, mentre altro discorso era la Coppa Italia che ci aveva visto sempre vittoriosi fina alla semifinale di andata.

State già programmando il futuro o è prematuro affrontare questo argomento?

In questo momento il futuro sembra impossibile da programmare, l’unica cosa possibile è di farci trovare pronti a qualsiasi sviluppo, quando torneremo alla normalità. Questo è il lavoro che stiamo facendo.

In queste settimane di quarantena un’atleta della Res, Alessia Di Guglielmo, ha pubblicato il suo primo libro. Per lei un gran traguardo dopo un periodo difficilissimo…

Alessia è una ragazza eccezionale, la scorsa stagione è riuscita ad essere poco disponibile per una serie di infortuni che l’hanno tenuta spesso lontana dai campi, poi in primavera ha subito l’operazione al crociato ma nonostante tutto ha sempre mostrato una grande forza d’animo e questa stagione ha affrontato sempre con il sorriso la lunga riabilitazione, oltre a tutto questo è riuscita a pubblicare un libro, una cosa eccezionale per una ragazza di 17 anni.

Un messaggio di speranza per la fine di questa tragedia che ha colpito tutto il mondo

L’augurio è quello di tornare il prima possibile a fare le cose NORMALI, che per me sono sempre stati vivere, lavorare e un bel campo di calcio.