SHARE

Al suo primo anno di fondazione, la neonata Res Women, ha centrato, rispettando i pronostici della vigilia, la conquista della vittoria nel torneo di Eccellenza garantendosi la promozione in serie C.

Straordinaria la cavalcata della squadra giallorossa, capace di ottenere il primato in graduatoria con 48 lunghezze, frutto di 15 vittorie e 3 pareggi, senza mai perdere un incontro ufficiale.

Condottiero della corazzata romana il mister Stefano Fiorucci, stratega nel saper gestire ed amalgamare con la giusta formula una squadra di indubbio valore e qualità, chiamata a vincere un campionato, pur partendo da un’inesperienza di base nella lotta al vertice nella categoria.

Salve mister Fiorucci, un commento sulla brillante vittoria della neonata Res Women nel campionato di Eccellenza

Abbiamo conquistato la promozione nella categoria superiore potendo fare affidamento su di un gruppo di ragazze molto valido, seppur con poca esperienza in fatto di successi, considerato che solo poche calciatrici avevano vinto dei campionati in passato; la partita decisiva vinta di misura in casa della Lupa Frascati è stata molto tesa e parecchio sentita dalle ragazze, probabilmente non abituate a questo tipo di eventi, considerato inoltre che disponiamo di una rosa molto giovane con la piu’ piccola di età che ha 15 anni e la piu’ anziana 30 con un’età media complessiva compresa tra i 18 e i 21 anni.

Pronostici della vigilia rispettati

Visto il nome che portiamo, la squadra era stata costruita per vincere il campionato ma non eravamo sicuri di centrare l’obiettivo al primo tentativo data la giovane età e la poca esperienza delle ragazze della rosa; gli addetti ai lavori e i nostri avversari ci davano i favori del pronostico per la vittoria finale, abbiamo mantenuto le aspettative della vigilia, disputando un eccellente campionato non perdendo nessuna gara tranne due incontri con la fuori classifica Grifone Gialloverde che in entrambe le circostanze ha schierato in formazione 6-7 elementi della prima squadra che milita al secondo posto in serie C, alle spalle della capolista Napoli.

La partita della svolta in stagione

Durante una partita di Coppa giocata a Gennaio dove abbiamo dominato e vinto l’incontro per 14-0 contro la Fortitudo Academy ho avuto la sensazione di avere a disposizione una squadra davvero forte in grado di poter vincere il campionato; in quella circostanza il maggior valore espresso in campo dalle nostre calciatrici, più che i demeriti delle nostre avversarie, ha fatto emergere la netta differenza tra le due compagini, esaltando la qualità delle nostre ragazze; ho avuto conferma di questa sensazione quando affrontando la seconda e la terza del girone in campionato abbiamo pareggiato gli incontri mantenendo invariate le distanze.

Dediche per la vittoria

Il gruppo nel suo complesso merita un plauso per come si è espresso in campo, una menzione particolare però la vorrei fare a due calciatrici che si sono distinte per diverse ragioni; in primis vorrei elogiare il nostro attaccante principe Giorgia Ragnoli, capocannoniere del torneo, nonché la giovane 17enne Samuela Proietti, partita dalla panchina e protagonista di un brillante finale di stagione in cui ha sfoderato due brillanti prestazioni nelle due gare decisive della stagione, nella semifinale di Coppa e nella gara di campionato a Frascati.

La finale di Coppa Lazio

Concluderemo la stagione in campo neutro a Rocca Priora con la finale di coppa regionale affrontando il Pomezia il 25 Aprile per tentare di conquistare il “double”. Abbiamo affrontato i nostri avversari già quattro volte in questa stagione (due in campionato e due in Coppa nel girone preliminare) vincendo tutte le gare; pur valutando questi precedenti favorevoli occorre comunque essere attenti e concentrati considerando che sono una squadra che sta finendo in salute l’annata, potendo contare su tre nuovi rinforzi che hanno alzato il livello della rosa, per questi motivi ce la giocheremo alla pari, con 50% di possibilità a testa di alzare il trofeo.