SHARE

La carrellata delle interviste prosegue con l’approfondimento delle calciatrici giallorosse Emily Nicosia Vinci e Valentina Simeone.

Emily Nicosia Vinci, classe 1989, di ruolo ala destra o sinistra, ha nella velocità, nella corsa e il dribbling le sue principali caratteristiche.

Dopo aver iniziato la carriera nelle fila del Fiano Romano, è esplosa a livello giovanile approdando alla Res Roma per poi gareggiare tre stagioni nella Roma XIV, prima del gradito ritorno in casa giallorossa.

Valentina Simeone, classe 1996, di ruolo centrocampista, è un intermedio in grado di lavorare dietro le punte o anche in altri reparti, a seconda delle esigenze del mister, dotata di una grande capacità di inserimento oltre che di un buon palleggio.

Cresciuta in casa Res nella squadra Primavera con cui ha conquistato il titolo di campionessa d’Italia oltre ad aver esordito in massima serie, è ritornata alla sua famiglia d’origine la scorsa estate.

A tu per tu con Valentina ed Emily

Il bilancio stagionale
Valentina Simeone : “In tutta sincerità c’è del rammarico per l’anno appena concluso, al di là della faccenda Covid. In alcune partite disputate avrei potuto dare di più per la squadra, infondendo maggiore coraggio alla squadra.
Abbiamo perso punti per strada per nostre mancanze e questo non riesco ad accettarlo; da questa esperienza però ripartiamo più consapevoli delle nostre capacità e con tanta voglia di riscattarci; prima dello stop del campionato eravamo terze in classifica e sono sicura che avremmo dimostrato molto nelle partite che mancavano, potendo arrivare fino in fondo anche in coppa italia, un obiettivo alla nostra portata, resta pertanto il grande rammarico per non aver potuto terminare sul campo la stagione.

Emily Nicosia Vinci : “Mi è dispiaciuto molto per l’interruzione del campionato, perché sono certa che avremmo proseguito nel migliore dei modi il torneo, prendendo qualche posizione in più; ci rifaremo sicuramente il prossimo anno, stando attente a partire già con il piede giusto, aspetto che ci è mancato quest’anno”.

Gli allenatori ed i dirigenti che sono stati determinanti nella tua carriera
Valentina Simeone : “Per prima cosa ringrazio sempre me stessa per aver fatto la scuola calcio con i maschietti e non essermi tirata indietro quando il calcio femminile non era quello di oggi e di aver concluso il percorso con due grandi persone come Guido Fioritto e Marco Trovato, le quali mi hanno portata nel calcio femminile. Per ultimo, ma non certo per importanza, ringrazio mister Fabio Melillo, il quale mi ha catapultata nel mondo del calcio delle grandi, insegnandomi cosa significa sacrificio e volontà e soprattutto cosa vuol dire fare calcio in rosa; devo molto a lui e al suo staff anche per le opportunità che mi sono state offerte, imparando tantissimo”.

Emily Nicosia Vinci : “Sembrerà scontato ma il mister Fabio Melillo è l’allenatore che mi ha formato in tutto, iniziando ad allenarmi che avevo 17 anni! Mi ha notata quando giocavo nel Fiano Romano e mi ha voluta nella sua squadra! Con lui ho vinto diversi campionati arrivando in seria A .

Vorrei citare anche due dirigenti / presidenti con i quali mi sono trovata davvero bene che ho avuto modo di conoscere quando sono andata a giocare alla Roma XIV, ovvero Mauro e Marzia Ricci, persone perbene che non ci hanno fatto mai mancare nulla, facendomi trascorrere un’esperienza ed un anno fantastico”.

I valori di casa Res
Valentina Simeone : “Casa Res, proprio così, da quando sono arrivata (correva l’anno 2015) ho capito subito che sarei entrata a far parte di una famiglia, piuttosto che di una società calcistica dove i valori di onestà intellettuale, onore della maglia e dei colori che portiamo vengono prima di ogni altra cosa. Difendiamo la nostra casa quando entriamo in campo, riuscendo a mantenere inviolato spesso il nostro terreno di gioco; dalla Res Roma alla Res Women non è cambiato nulla in quanto al modo di lavorare e ai valori morali, in campo e fuori : amore e sudore vanno di pari passo, questa è la Res”.

Emily Nicosia Vinci  “In casa Res il senso di appartenenza è forte, qua non fai solo parte di una squadra, ma siamo una vera e propria famiglia ! È una società seria che ha sempre puntato al massimo”.

Il tuo legame con la tua compagna di squadra Nicosia…pregi e difetti
Valentina Simeone : “Emily Nicosia Vinci, un nome bizzarro ho pensato la prima volta, ma poi ho conosciuto la sua persona e ho capito che non era solo il nome.
Divertente, lunatica e sempre pronta a fare scherzi, è l’anima della squadra, in allenamento non ti annoi mai se c’è lei; in campo è un treno, brucia la fascia ed è fondamentale per bucare le difese avversarie; la sua forza però diventa anche la sua debolezza quando si incaponisce”.

Il tuo legame con la tua compagna di squadra Valentina Simeone…pregi e difetti

Emily Nicosia Vinci : “Vale detta “CU” il nostro soprannome, la conosco bene da sei anni ormai. I pregi di Valentina sono tanti, è una persona eccezionale sempre a disposizione per qualsiasi cosa, un’amica su cui contare sempre, è una persona buona e genuina. Difetti…. che a volte è un po’ “rinco” ahahahahah . Ammirevole infine la sua abnegazione…nel campo di calcio in partita come negli allenamenti, dà sempre tutto quello che può, senza arrendersi mai!”.