27/01/2023

Proteine, quello che (non) avreste voluto sapere

I consigli dell'esperta su come approcciare la giusta alimentazione nel calcio

I consigli dell'esperta su come approcciare la giusta alimentazione nel calcio

La dott.ssa Giorgia Alaimo, biologa nutrizionista: da questa settimana ci offrirà i suoi consigli per una corretta alimentazione nel calcio, femminile in particolare
La dott.ssa Giorgia Alaimo, biologa nutrizionista: da questa settimana ci offrirà i suoi consigli per una corretta alimentazione nel calcio, femminile in particolare

Proteine, proteine, proteine! È la parola d’ordine di chi aspira ad un corpo tonico, asciutto e muscoloso. Certamente importanti, anzi fondamentali, per il benessere e le funzioni organiche di ciascun individuo, le proteine alimentari o la loro supplementazione tramite integratori, non è detto che siano la giusta strada da seguire. Spesso, le proteine assunte con una dieta bilanciata sono più che sufficienti, se non eccessive. Ecco dunque una lista di informazioni che nessuna azienda di integratori (e non solo quelle) ha cura di diffondere, e che nessun “proteinomane” vorrebbe sentirsi dire!

  • La quantità di proteine che il corpo può efficacemente metabolizzare e usare a scopo plastico, quindi per favorire la crescita muscolare, è relativamente bassa, e non si può spingerlo ad aumentare tale quota (a meno di doparsi).
  • Introdurre un’elevata quantità di proteine con l’obiettivo di aumentare la massa muscolare non soltanto non produrrà alcun vantaggio, ma potrebbe perfino portare verso l’obiettivo opposto (maggiore catabolismo e minore crescita).
  • L’eccesso calorico, anche quello sottoforma di proteine, viene convertito in grasso.
  • Un’integrazione con proteine o aminoacidi, in assenza di uno stimolo ormonale derivante da un adeguato allenamento non può condurre verso nessuna crescita muscolare! Al contrario un allenamento idoneo ed intenso produce un incremento ormonale capace di favorire un miglioramento muscolare anche in assenza di una integrazione specifica.
  • L’eccesso proteico spinge ad un’elevata produzione di corpi chetonici dal potenziale tossico, cui si somma il rischio di demineralizzazione ossea, epatopatia, nefropatia, dispepsia, encefalopatia e, la conseguente privazione di altri principi nutritivi, favorisce la nascita di disturbi del comportamento alimentare e gravi alterazioni dell’umore
  • L’aumento della massa muscolare ha dei limiti oltre i quali non è possibile andare, buona parte dei modelli estetici proposti nelle pubblicità, o usati come testimonial per discutibili regimi alimentari iperproteici, raggiunge una grande ipertrofia facendo ricorso al doping.

La maggior parte delle persone che hanno raggiunto buoni livelli di massa muscolare usando enormi quantità di proteine, continuerebbe ad avere gli stessi risultati anche con la metà delle proteine comunemente assunte, abbiate cura di affidarvi ad esperti della nutrizione e non del marketing!

Dott.ssa Giorgia Alaimo
Biologa Nutrizionista
Piazza dei Consoli 11, 00177 Roma
cell: 3395846387

 

 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer