25/06/2024

Pomigliano, Gaia Apicella : “Orgogliosa di aver scritto da protagonista, il primo capitolo della storia del club nel femminile”

Terzino destro ma all’occorrenza sinistro, fa della forza fisica un suo punto di forza, prediligendo le giocate nel reparto offensivo, non disdegnando tuttavia di dare manforte al reparto arretrato.

Cresciuta con la maglia del Napoli Carpisa, ha militato nelle fila del Domina Neapolis e nella Vapa Virtus Partenope prima di approdare alla corte della neonata squadra femminile delle pantere.

Alla scoperta della dott.ssa in giurisprudenza Gaia Apicella, classe 1993, capitano e leader del Pomigliano, squadra assoluta dominatrice del girone D di serie C con 50 punti conquistati e 12 lunghezze di vantaggio sulla seconda classificata.

Ciao Gaia, come è nata la tua passione per il calcio ?

MI sono appassionata al mondo del calcio sin da piccola, invogliata da mio fratello maggiore; dopo aver giocato fino ai 13 anni con i maschietti, ho iniziato la mia avventura nel femminile percorrendo tutta la trafila dalle giovanili alla prima squadra con la maglia del Napoli Carpisa dove ho vinto il campionato di A2 oltre a raggiungere la finale di Coppa Italia; l’anno della promozione sono passata al Domina Neapolis….

Cosa ti ha spinto ad accettare l’offerta del Pomigliano ?

Mi ha affascinato l’idea di poter iniziare a scrivere la storia del calcio anche nel femminile per un club di grande tradizione, ripercorrendo le gesta della nostra società affiliata maschile….

La vostra stagione

Non era nelle nostre aspettative ma ce lo auguravamo di sicuro di vivere una stagione da assoluti protagonisti e dominatori; abbiamo iniziato la preparazione sin da subito a Luglio per preparare nel migliore dei modi la stagione e dopo un periodo iniziale di rodaggio, dove avevamo necessità di trovare la giusta intesa e la sintonia tra i reparti, siamo esplosi…..

Il momento di svolta dell’annata

L’eliminazione al primo turno in Coppa Italia ci è servita tanto per trasmetterci la giusta dose di umiltà nell’affrontare le gare, dandoci la necessaria spinta per lavorare ancora maggiormente….

Il tuo ruolo di capitano

Ricoprire questo ruolo è un motivo di orgoglio e di responsabilità allo stesso tempo, galvanizzata ulteriormente dal riportare sulla fascia il nome della figlia del Presidente, prematuramente scomparsa.

Il significato di giocare per il Pomigliano

E’ un motivo di riscatto e di emancipazione poter giocare a calcio per le ragazze di Pomigliano; il nostro impegno e attaccamento alla maglia ha suscitato in poco tempo un crescente interesse da parte del pubblico….

Si può essere femminili, giocando a pallone ?

Assolutamente si, sfatiamo questo luogo comune che ormai ritengo che sia stato ampiamente superato; mi sono imbattuta in diversi pregiudizi agli inizi della mia carriera….

E’ possibile per una ragazza conciliare sport e studio ?

Sono laureata in giurisprudenza, titolo conseguito nell’arco di 5 anni e giocatrice a livello dilettantistico da decenni ormai; il mio è un piccolo ma lampante esempio del fatto che studio e sport si possono conciliare se si hanno passione, determinazione e forza di volontà nel voler emergere e conseguire determinati risultati…..

Prospettive a medio termine

Fino a poco tempo fa mi sarei augurata di ricominciare a giocare, adesso mi aspetto che ci venga assegnata d’ufficio la vittoria del girone….

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer