SHARE

Primo giorno di raduno per la Pink Bari che si è ritrovata al campo “Antonucci” di Bitetto per iniziare la preparazione per la nuova stagione.

Tra i volti nuovi c’e’ da registrare l’ingresso nella rosa dell’attaccante Isabel Sgaramella, giovane punta di Andria, proveniente dall’Apulia Trani. Il suo innesto va ad aggiungersi agli altri acquisti già da tempo ufficializzati di Petkova, Pittaccio, Pasqualini e Di Palma. Non faranno piu’ parte dell’organico invece Serturini, Manno, Groff, Piazza e Pinna. Presentazione della nuova stagione affidata alla team manager biancorossa Isabella Cardone.

Ciao Isabella, oggi primo giorno di raduno per la Pink Bari

Oggi abbiamo iniziato a Bitetto la preparazione per la nuova stagione dopo aver concesso un po’ di riposo supplementare alle ragazze, visto il lungo finale tra campionato e primavera dello scorso anno.

Ripartiamo da una rosa giovane e valida che ha fatto benino nella passata sessione, integrata da alcuni innesti di qualità che avevamo monitorato durante l’anno nonchè dall’inserimento di alcune giovani della Primavera che avranno una possibilità di crescita e maturazione ulteriore.

Questo l’elenco delle convocate per l’inizio della preparazione effettuata il giorno 16/8 alle 9 a Bitetto :

*Portieri *
Aprile, Balbi, Boccia.
*Difensori *
Soro, Ceci, Novellino, Marrone, Santoro, Quazzico, Di Bari, Capitanelli.
*Centrocampisti*
Piro, Vivirito, Petkova, Cangiano, Strisciuglio, Montemurro, Fiore.
*Attaccanti*
Parascandolo, Pittaccio, Pasqualini, Sgaramella.

Si riparte senza Anna Serturini

Abbiamo fatto il possibile per trattenerla ma quando la Roma le ha presentato un progetto lei ha ritenuto fosse un’occasione da non farsi sfuggire. Le facciamo un grosso in bocca al lupo, siamo molto legate ad Anna per quello che si è riuscite a fare e ottenere insieme lo scorso anno, con molta serenita’ è giusto che ognuno faccia le scelte che ritieni migliori.

Un giudizio sul nuovo acquisto Petkova

Nei nuovi acquisti cercavamo le caratteristiche che ormai fanno parte del dna della Pink, tanta passione, determinazione, voglia di far bene e di saper soffrire per raggiungere gli obiettivi stagionali.

E’ una calciatrice che avevamo individuato da tempo, con le caratteristiche giuste per aumentare la qualità del nostro centrocampo.

Ci saranno altri nuovi acquisti ?

Quello che avevamo individuato lo abbiamo ottenuto, se dovessero arrivare ragazze in grado di alzare il livello attualmente presente in rosa, ben vengano, altrimenti saremo in grado di contare su un organico, che ha alla base diversi elementi con un anno in piu’ di esperienza, che lo scorso anno ha raggiunto gli obiettivi stagionali.

Quali saranno gli innesti dalla Primavera in prima squadra ?

Si è aggregata al gruppo Isabel Sgaramella, una ragazza di Trani che inizierà la preparazione con la prima squadra Insieme alle altre campionesse d’Italia Francesca Fiore, Ilaria Capitanelli e Federica Buonamassa, anche se quest’ultima per impegni familiari non è potuta essere presente al raduno; ad ogni modo, occorre verificare quante giovani della primavera potranno essere inserite in prima squadra a seconda del regolamento.

E’ stato definito il programma delle amichevoli ?

Ci sarà il 1 Settembre un’amichevole a Norcia con l’under 19, per il resto ci sono trattative in corso per organizzare incontri con Lazio e Milan, valuteremo il da farsi di volta in volta, non si escludono certamente partitelle con i giovannismi o allievi della zona.

Infine un tuo giudizio su questo braccio di ferro tra Lnd e Figc

Il percorso iniziato con la Figc è un cammino importante in cui ogni componente è parte integrante del progetto, non siamo affatto contenti del passo indietro effettuato, ci si augura che questa diatriba si concluda il prima possibile, è una querelle che non fa bene al calcio femminile, ci sentiamo un po’ strumentalizzate, ognuno ha lottato e fatto tanto per migliorare il movimento, aumentandone il livello di qualita’, preparazione e professionalità.

La Pink, da società dilettantistica d’elitè, non affiliata con società maschili, per rimanere in A, si è adoperata per arrivare a certi standard, questo braccio di ferro ci lascia un po’ sbigottiti, finchè non sarà risolto non scenderemo in campo, non vogliamo essere strumento politico del palazzo, se poi ci spiegano che la scelta di affidare la gestione alla Lnd è quella giusta, ben venga, l’importante è che si dia continuità al percorso intrapreso.

Il movimento sta crescendo in maniera graduale, è vivo, appasiona sempre piu’ persone, media e tv, si sta allargando, merito non solo dell’ingresso della Juventus ma di un sistema capace di permettere alla Nazionale di qualificarsi ai mondiali per il prossimo anno.