SHARE

Lo scrittore Irlandese George Bernard Shaw non ha conosciuto la Pink, ma sembra che la sua frase più celebre “Il calcio è l’arte di comprimere la storia universale in 90 minuti” calzi a pennello per la squadra barese. Passioni e vicende umane rinchiuse in 90 minuti, con un unico risultato e con le orecchie a parabola su un altro campo e, sabato 20 aprile sarà proprio così.

La speranza di rimanere unica squadra di serie A del Meridione passa solo dalla vittoria contro l’Atalanta Mozzanica, per poi sperare che il Chievo Verona non vinca a casa del Milan.

 

Un’ occasione che le ragazze bianco/rosse si sono guadagnate nel girone di ritorno conquistando ben 11 punti rispetto ai 4 dell’andata, occasione che passa dall’importantissimo punto guadagnato a Roma nella scorsa giornata, dove le ragazze baresi hanno perso il bottino pieno solo a causa di un generosissimo rigore assegnato alla Roma, ma ormai questo è già storia. Si pensa al futuro e per farlo bisogna solo pensare alla vittoria, la gara si giocherà all’insolito orario delle 12.30 per consentire la contemoporaneità su tutti campi di gioco interessati sia alla lotta scudetto o Champions League, che alla lotta per non retrocedere.

 

Tornerà Mister Isabella Cardone in panchina, complice l’espulsione rimediata a Roma di Mister D’Ermilio, la stessa situazione ci fa ricordare lo storico spareggio promozione della stagione 2016/2017 dove la Pink vinse ai rigori conquistando la Serie A ai danni della Roma Femminile.

 

Il motto Pink per la settimana più importante è #UNODINOI, uno slogan che chiama a raccolta tutti i tifosi baresi, unici a dimostrare sempre orgoglio per la maglia e senso di appartenenza alla città, non mancheranno sicuramente nel sostenere la Bari PINK, riempiendo le tribune dello Stadio Antonucci di Bitetto e spingendo le girls a conquistare l’importante risultato.

— 
Ufficio Stampa
Pink Bari Calcio Femminile
Via Cancello Rotto 3/B
70125 Bari 
 
email – fcbaripink@gmail.com
Cel 331 9286197