SHARE

Il Presidente della Pink Bari Alessandra Signorile analizza la prima vittoria in campionato della squadra biancorossa dopo due beffe consecutive.

“Dopo due sconfitte immeritate finalmente è arrivata la prima vittoria, soprattutto la gara disputata con il Chievo Verona è stata un’autentica beffa, non vedersi convalidare dall’arbitro una nostra rete regolare all’83’ per un fuorigioco inesistente e subire la marcatura a fine gara è stato alquanto atroce; a Tavagnacco altra doccia fredda con una rete subita al 6’ minuto di recupero, con questi presupposti non era facile ripartire con l’umore giusto in campionato, con l’Hellas Verona nel primo tempo ci siamo mangiati numerosi goal, direi troppi, una pecca per la nostra squadra forse ancora troppo giovane, servirebbe una maggiore concretezza e carattere in certe circostanze; il goal subito dalle ospiti a inizio ripresa poteva mettere a rischio la nostra gara, poi per fortuna nel finale è arrivata la rete della meritata vittoria; peccato per l’espulsione di Piro, credo comunque che la correttezza sul campo resti uno dei valori e dei principi più importanti da rispettare nelle gare di calcio, la mancata restituzione della palla ha causato la reazione della nostra calciatrice”.