SHARE
Come da pronostico Megan Rapinoe conquista la vittoria della seconda edizione del Pallone d’oro femminile 2019 soprattutto grazie all’ottimo Mondiale disputato. La calciatrice del Seattle Reign classe ’85 non era tuttavia presente alla cerimonia e ha ringraziato tramite un collegamento video tutte le compagne di squadra per la vittoria di questo prestigioso premio, che aggiunge in bacheca al titolo mondiale, alla scarpa d’oro del mondiale (6 goal), al titolo di miglior calciatrice del torneo iridato e al riconoscimento del Fifa women’s player, tutti titoli conquistati in quest’annata fantastica per questa calciatrice dall’aria stravagante, dai capelli fucsia, che ha ricevuto il premio indossando un abito nero dalla scollatura profonda e dai ricami luminescenti.
Megan è dichiaratamente omosessuale ed è molto nota anche fuori dal campo per la sua lotta alle discriminazioni di genere e per la tutela dei diritti della comunità LGBT, oltre che attivista nel sindacato delle calciatrici del nuovo continente. In campo ricopre il ruolo di esterno d’attacco prediligendo il 4-3-3 da dove sforna degli ottimi assist o si accentra per realizzare in prima persona.
Seconda classificata l’inglese Lucy Bronze, terza l’altra icona statunitense Alex Morgan, quarta la norvegese detentrice del titolo 2018 Ada Hegerberg.
Questa è la classifica finale dell’edizione 2019:
1. Megan Rapinoe (USA/Reign FC)
2. Lucy Bronze (ENG/Lyon)
3. Alex Morgan (USA/Orlando Pride)
4. Ada Hegerberg (NOR/Lyon)
5. Viviane Miedema (HOL/Arsenal)
6. Wendie Renard (FRA/Lyon)
7. Sam Kerr (AUS/Chicago Red Stars)
8. Rose Lavelle (USA/Washington Spirit)
9. Ellen White (ENG/Manchester City)
10. Dzsenifer Marozsan (GER/Lyon)
11. Amandine Henry (FRA/Lyon) – Sari van Veenendal (HOL/Atlético de Madrid)
13. Tobin Heath (USA/Portland Thorns)
14. Pernille Harder (DEN/VfL Wolfsburg) – Lieke Martens (HOL/FC Barcelona)
16. Kosovare Asllani (SWE/CD Tacon) – Nilla Fischer (SWE/Linköpings) – Marta (BRA/Orlando Pride)
19. Sofia Jakobsson (SWE/CD Tacon)
20. Sarah Bouhaddi (FRA/Lyon)
Purtroppo nessuna calciatrice italiana sia di nazionalità che di militanza nel nostro campionato è presente in suddetta classifica, ma grazie alla crescita evidente del nostro movimento, sia a livello tecnico che mediatico, si spera di avere qualche nostra rappresentante in nomination già a partire dalla prossima edizione.