SHARE

Alla vigilia della cruciale finale di ritorno dei play off, spazio ed analisi del momento affidate a Marta Bernardelle, classe 2001, laterale del Padova c5, squadra veneta che ospiterà Domenica 13 Giugno la rivale Molfetta dopo il punteggio di 1-1, maturato nella gara di andata.

Ciao Marta, come è nata la tua passione per il calcio ?

“Ho iniziato a tirare i primi calci ad un pallone sin da piccola, invogliata dai miei fratelli; a livello agonistico dopo l’esperienza nella categoria pulcini con i maschietti nel calcio ad undici, ho scoperto qualche anno più tardi la mia giusta dimensione nel calcio a cinque nelle fila del Grisignano, prima di approdare al Padova”.

Un giudizio su campionato e Coppa Italia

“Abbiamo percorso un cammino avvincente, dando anima e corpo in ogni gara, lottando fino alla fine in entrambe le competizioni, arrivando vicine al traguardo, pur non riuscendo a spuntarla, giungendo seconde in campionato dietro l’Audace Verona ed uscendo in semifinale di Coppa Italia con il Bitonto”.

I punti di forza della squadra

“L’unione e la forza del gruppo è il nostro valore aggiunto, più delle individualità, si vince e si perde tutte insieme”.

La vigilia della finale play off

“Ad inizio stagione nessuno si sarebbe aspettato che saremmo arrivati a giocarsi l’accesso nella massima serie in una gara finale; in queste circostanze più che l’aspetto e la condizione fisica, occorre preparare al meglio l’aspetto mentale, scendendo in campo concentrate e cariche al punto giusto per vincere la partita”.