23/05/2024

Novese, Matilde Malatesta : “Proverò a ritagliarmi il mio spazio in una squadra già collaudata”

Calciatrice ambidestro duttile e polivalente, capace di adattarsi a diversi ruoli soprattutto del reparto mediano, è dotata di una spiccata tecnica individuale oltre che di una buona visione di gioco.

 

Ha maturato diverse esperienze di livello militando nel Luserna in serie A, nonché rivestendo le casacche di Entella, Alessandria, Molassana, Lagaccio, Ligorna e la scorsa annata giocando nelle fila del Campomorone Lady.

Andiamo a conoscere meglio Matilde Malatesta, classe 1995, nuovo colpo di mercato della Novese, carica e determinata a dare il giusto apporto ad un team confermato ed amalgamato che si appresta ad affrontare con entusiasmo e rinnovate ambizioni il torneo cadetto.

 

Ciao Matilde, per iniziare una tua breve descrizione

Ciao sono Matilde Malatesta, classe 1995, di ruolo centrocampista, ma all’occorrenza sono impiegata come terzino sinistro, mezz’ala o trequartista. Sono una calciatrice molto tecnica, ambidestra, dotata di una buona visione di gioco.

In che squadre hai militato finora ?

Ho avuto l’opportunità di giocare con il Luserna in serie A, maturando anche esperienze importanti con l’Entella, l’Alessandria, il Molassana, il Lagaccio, il Ligorna mentre nell’ultima stagione ho indossato la maglia del Campomorone Lady nella terza categoria.

La scelta di approdare alla Novese

Conosco bene da diversi anni il Presidente Saccone e il coach Fossati che è stato il mio mister ad Alessandria, due persone molto professionali che stimo molto; la società mi aveva già cercata ad inizio anno, l’accordo poi è stato concluso a fine stagione; proverò a ritagliarmi il mio spazio nell’undici titolare, non sarà facile inserirsi in un gruppo già amalgamato, conosco bene diverse ragazze della squadra, un team di qualità molto compatto con spiccate individualità soprattutto nel reparto offensivo con Levis, Ceppari, Vitiello ed Accoliti che garantiscono un reparto avanzato davvero insidioso; impressionanti anche il portiere Milone, un numero uno di sicura garanzia e il capitano Regolino, un difensore con spiccate doti realizzative.

La tua giornata tipo

La mia vita è molto frenetica e movimentata. Oltre a lavorare come impiegata nell’azienda edile di mio padre dove curo e gestisco la contabilità, sono anche allenatrice delle piccole under 8 e under 11 con la Sampdoria che mi ha confermato per il secondo anno dopo aver maturato analoga esperienza con i maschietti dell’Entella per sette lungi anni. Il mio compito consiste essenzialmente nell’insegnare la disciplina ma non disdegno di valorizzare la tecnica e la qualità, in quanto sono certa che un dribbling, una rabona o una giocata di fantasia susciti sempre maggiore entusiasmo e garantisca un adeguato spettacolo per lo spettatore.

Non è facile saper conciliare il tutto, ogni compito comporta diverse responsabilità, impegnarmi mi gratifica e matura, cerco sempre di ripagare nel migliore dei modi la fiducia che mi è stata posta.

Il movimento calcistico in Italia

L’Italia ha un enorme potenziale a livello calcistico, l’inserimento nel settore giovanile di allenatori con patentino sta migliorando notevolmente il settore, pian piano ci stiamo facendo conoscere ed apprezzare dal grande pubblico che all’inizia ci snobbava e guardava con diffidenza. Un merito va indubbiamente dato alle società maschili professionistiche che hanno dato visibilità al movimento, rendendo possibile l’inizio di una nuova era nel calcio femminile in Italia, dove anche le piu’ piccole possono adesso incominciare a sognare di diventare un giorno calciatrici come le loro beniamine.

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer