23/05/2024

È il momento di analizzare il gruppo “D” di questo Mondiale 2019 composto dall’Inghilterra che risiede al 3° posto del ranking Fifa, dal Giappone al 7°, dalla Scozia al 20° e infine dall’Argentina al 37°. Sulla carta si prevede la vittoria del girone da parte delle inglesi, con le nipponiche a ruota insidiate dalle scozzesi, arduo il compito per l’Argentina.

Inghilterra
Chiamate “The Lionesses” in patria, “Le Leonesse” hanno vinto il proprio girone di qualificazione grazie a 7 vittorie, un pareggio e zero sconfitte e puntano a raggiungere almeno il 4 posto in questo torneo.
Quasi tutte le atlete giocano in patria, gran parte nel City, tra i numerosi elementi di valore di questa squadra spicca tra tutte la centrocampista Francesca Kirby detta “Fran”, attaccante 25enne del Chelsea e prima calciatrice a firmare un contratto professionistico nella storia del calcio femminile inglese, accadde quando militava nel Reading dove si è formata calcisticamente. Quando passò al Chelsea la cifra del suo ingaggio non venne mai resa pubblica. Oltre a questa stella è doveroso citare il difensore e capitano 31enne Steph Houghton in forza al City e la compagna di reparto Lucy Bronze 27enne del Lione; Karen Carney 31enne centrocampista d’esperienza, 32 reti con le “tre leonesse”, anch’ella in forza al Chelsea; la bomber del Lione, Nikita Parris autrice di sei reti nelle qualificazioni e l’attaccante 30enne da poco al City, Ellen White.
Alla guida del team troviamo Phil Neville, fratello di Gary e bandiera dello United con cui ha vinto praticamente tutto. È alla sua prima esperienza da Head Coach e proporrà molto probabilmente un 4-2-3-1.
La lista delle convocate dell’Inghiterra
1 Bardsley, 2 Bronze, 3 Greenwood, 4 Walsh, 5 Houghton, 6 Bright, 7 Parris, 8 Scott, 9 Taylor, 10 Kirby, 11 Duggan, 12 Stokes, 13 Telford, 14 Williamson, 15 McManus, 16 Moore, 17 Daly, 18 White, 19 Stanway, 20 Carney, 21 Earps, 22 Mead, 23 Staniforth

Giappone
Le “Nadeshiko Japan”, nome che deriva da un particolare garofano, il Nadeshiko appunto che in Giappone simboleggia la femminilità in senso assoluto, hanno staccato il biglietto per questo Mondiale 2019 in Francia grazie alla vittoria della ACF Womens Asia Cup, battendo la Cina in semifinale 3-1, durante una partita sentitissima, e l’Australia 1-0 in finale.
Solo due giocatrici militano in club stranieri, tra esse la più nota è Saki Kumagai 28enne capitano nipponico e jolly del Lione, mentre la maggior parte proviene dai due club giapponesi di maggior spessore, vale a dire l’NTV Beleza di Tokyo e l’INAC Kobe della città omonima.
La giocatrice di riferimento è senza dubbio Mana Iwabuchi in forza al club di Kobe, ha avuto esperienze in Bundesliga con Hoffenheim e Bayern Monaco, è il simbolo del calcio femminile giapponese grazie a 61 presenze con la maglia del Sol Levante e 21 reti realizzate.
Il commissario tecnico è Asako Takakura, moglie dell’ex calciatore e allenatore Kazuhiko Takemoto. Da calciatrice ha indossato la maglia nipponica 79 volte, realizzando 29 goal, dirige la nazionale femminile dal 2016, prima donna a ricoprire questo ruolo nel proprio paese.
La lista delle convocate del Giappone
1 Ikeda, 2 Utsugi, 3 Sameshima, 4 Kumagai, 5 Ichise, 6 Sugita, 7 Nakajima, 8 Iwabuchi, 9 Sugasawa, 10 Sakaguchi, 11 Kobayashi, 12 Minami, 13 Ueki, 14 Hasegawa, 15 Momiki, 16 Miyagawa, 17 Miura, 18 Yamashita, 19 Endo, 20 Yokoyama, 21 Hirao, 22 Shimizu, 23 Miyake

Scozia
È alla prima esperienza in un campionato mondiale, si è qualificata vincendo il proprio girone di qualificazione con 7 vittorie e una sconfitta scavalcando la Svizzera che vivrà questo torneo da grande esclusa.
La maggior parte delle atlete gioca tra Scozia e Inghilterra, mentre noi abbiamo potuto ammirare da vicino Lana Clelland, 26enne bomber della Fiorentina, quest’anno a segno 12 volte in maglia viola, numero che le sta stretto in quanto gran parte del campionato l’ha trascorso in infermeria, ed è stata capocannoniere nella nostra serie A nel 2016/17 con la maglia del Tavagnacco.
La giocatrice sui cui si punta maggiormente è il centrocampista offensivo dell’Arsenal, Kim Alison Little (28 anni): ha avuto esperienze anche in America e Australia, ha vinto moltissimi titoli, sia di club che individuali, tra cui quello di giocatrice dell’anno nella PFA nel 2013. Veste la maglia della nazionale dall’età di 16 anni. Vale la pena ricordare le attaccanti Erin Chutbert, 20enne astro nascente del Chelsea e Jane Ross 29enne del West Ham che coabitano la posizione di capocannoniere di Scozia nel girone di qualificazione con quattro reti ciascuna.
Il timone scozzese è affidato dal 2017 a Michelle Kerr detta “Shelley” ex difensore e capitano della propria nazionale con 59 presenze e 3 goal.
La lista delle convocate della Scozia
1 Alexander, 2 Smith, 3 Docherty, 4 Corsie, 5 Beattie, 6 Love, 7 Lauder, 8 Little, 9 Weir, 10 Crichton, 11 Evans, 12 Lynn, 13 Ross, 14 Arthur, 15 Howard, 16 Murray Christie, 17 Murray Joelle, 18 Emslie, 19 Clelland, 20 Brown, 21 Fife, 22 Cuthbert, 23 Arnot

Argentina
Le “Albicelestes” o “Biancocelesti” hanno ottenuto una qualificazione sofferta: essendo arrivate terze in Coppa America dietro a Brasile e Cile, hanno dovuto disputare lo spareggio di qualificazione contro le Panamensi, battendole complessivamente per 5-1.
Poco più della metà delle giocatrici milita in club locali, Lo UAI Urquiza è quello da cui provengono maggiormente, alcune giocano in Spagna e la punta di diamante milita nel “solito” Lione, trattasi di Florencia Soledad Jaimes detta “Sole”: quest’attaccante 30enne ha realizzato 5 reti nel percorso di qualificazione ai mondiali. Merita una citazione anche il capitano Maria Florencia Bonsegundo, 25enne centrocampista del S.C Huelva, autrice di 3 reti nelle qualificazioni.
L’Albiceleste è guidata da Josè Carlos Borrello che allena anche l’Under 20 femminile, il suo è un ritorno (dal 2017) poiché ha allenato la nazionale stessa tra il 2003 e il 2012 vincendo anche l’unica Coppa America per il paese del Sud Atlantico.
La lista delle convocate dell’Argentina
1 Correa, 2 Barroso, 3 Stabile, 4 Sachs, 5 Santana, 6 Cometti, 7 Oviedo, 8 Bravo, 9 Sole, 10 Banini, 11 Bonsegundo, 12 Garton, 13 Gomez, 14 Mayorga, 15 Potassa, 16 Benitez, 17 Coronel, 18 Chavez, 19 Larroquette, 20 Ippolito, 21 Juncos, 22 Menendez, 23 Pereyra

Il calendario del gruppo D

Inghilterra-Scozia (9 giugno ore 18 – Nizza)
Argentina-Giappone (10 giugno ore 18 – Parigi)

Giappone-Scozia (14 giugno ore 15 – Rennes)
Inghilterra-Argentina (14 giugno ore 21 – Le Havre)

Giappone-Inghilterra (19 giugno ore 21 – Nizza)
Scozia-Argentina (19 giugno ore 21 – Parigi)

 

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer