26/01/2023

Foto: Giulio Tiberi

All’intervallo della seconda semifinale di Supercoppa “Ferrovie dello Stato Italiane” ai microfoni di La7 è intervenuta la CT della nazionale azzurra Milena Bertolini che si è soffermata con grande disponibilità e ha risposto a varie domande molto interessanti.

La prima è stata sulla differenza delle partite che ha visto dal campo. La CT infatti ha assistito al primo tempo della partita di Latina tra la Roma e il Milan e poi si è spostata a Frosinone per seguire le altre due squadre, la Juventus e il Sassuolo.

“Sono due partite differenti. Il primo tempo della partita tra Juventus e Sassuolo è un primo tempo giocato ad altissimi livelli, da due squadre che stanno facendo una grandissima partita, grande intensità, messe bene in campo, squadre corte mentre la prima semifinale tra Roma e Milan è stata giocata a ritmi più bassi e le squadre, credo che abbiano risentito maggiormente della sosta e poi della ripresa”

La Juventus è passata in vantaggio quasi subito ma c’è stata la reazione immediata del Sassuolo.

“Assolutamente. Sono state brave le ragazze del Sassuolo a reagire, perché quando prendi gol da una squadra forte come la Juventus puoi demoralizzarti e invece loro hanno dimostrato di avere grande carattere, forza mentale e soprattutto di credere in quello che fanno”

Filangeri e Salvai sono due giocatrici importanti, due pezzi del suo cuore che oggi purtroppo, vivono storie estremamente differenti.

“Con Cecilia ci siamo sentite, io le ho detto che l’aspetto per l’Europeo. Lei è una giocatrice importante, purtroppo sfortunata che già ha dovuto saltare il mondiale e ci ho tenuto a tranquillizzarla e a dirle che fino all’ultimo la aspetteremo, poi vedremo insieme quali saranno le sue condizioni.

Filangeri invece è una giovane di grande prospettiva, caratterialmente molto forte e sta crescendo molto. Forse a differenza di Cecilia è un po’ condizionata dal fisico ma ha personalità e sta migliorando di campionato in campionato”

Calendario alla mano, stiamo per vivere un momento molto importante. Siamo in piena corsa per quanto riguarda le qualificazioni mondiali e tra sei mesi si giocherà anche l’europeo.

“Il 2022 credo che sarà un anno importante per il calcio femminile. Avremo la fase finale degli europei, poi sarà anche l’anno in cui si passerà al professionismo e cercheremo di fare il meglio anche per la qualificazione ai mondiali. Avremo di fronte sul nostro percorso sempre la Svizzera,  proprio come accaduto alla squadra maschile, in quel momento saremo ad aprile, però la strada sarà ancora molto lunga, avremo ancora 4 partite e ci sarà il tempo per recuperare”

Cosa pensa della situazione attuale di Valentina Giacinti?

“Valentina è una giocatrice importante per la nazionale. Sta vivendo un momento difficile, io non conosco le dinamiche della squadra però ogni volta che è entrata sia dalla panchina che da titolare ha sempre disputato buone partite e ha sempre dato il massimo. È chiaro che deve trovare la sistemazione migliore per lei perché solo quando si sta bene, poi si riesce a rendere al meglio per continuare a crescere ed essere al top anche per la nazionale”

Calcioinrosa.it è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Arezzo al n. 5 del 08/08/2018
Copyright © Calcioinrosa 2005 - 2021  | Impostazioni tracciamento  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy  |  Contatti  |  Disclaimer