SHARE
orobica juventus
nor

Nonostante il passivo di sette reti il match contro le campionesse d’Italia ha fornito a mister Marini confortanti riscontri in vista dell’inizio del campionato di serie A. Scontata la differenza sia fisica che tecnica tra le due compagini, comunque l’Orobica ha tenuto bene il campo soprattutto nel primo tempo non disdegnando alcune sortite offensive. Buono il ritmo sostenuto dalle rossoblu nonostante soli venti giorni di preparazione. Per l’occasione formazione confermata rispetto alla partita con il Milan ad eccezione di Foti e Parsani al posto di Massussi e Madaschi.

Come da copione è la Juve che macina gioco fin dall’inizio con le ospiti che si difendono in maniera ordinata. E’ l’Orobica però ad avere la prima occasione al 9’ con un assist in profondità di Luana Merli per Foti che entra in area ma si allunga la palla e favorisce l’uscita di Giuliani. La Juventus replica al 17’ con una punizione di Girelli che finisce sul palo. Il vantaggio delle padrone di casa arriva due minuti più tardi grazie alla stessa Girelli che raccoglie di testa una punizione calciata da Cernoia e mette il pallone nell’angolo opposto. Il raddoppio al 23’ ancora con Girelli sempre su passaggio di Cernoia con la numero 10 bianconera che si infila centralmente tra due avversarie e batte in diagonale Lonni. L’uno-due non abbatte comunque l’Orobica che continua a muoversi bene in campo senza subire troppo il gioco juventino. Sul finire del tempo al 41’ Girelli porta a tre le marcature di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Allo scadere Poeta potrebbe ridurre le distanze ma la sua conclusione sotto porta termina a lato. Dunque primo tempo che si conclude con la Juventus in vantaggio per 3 a 0.

Nella ripresa ovvia girandola di sostituzioni da entrambe le parti. Mister Marini inserisce successivamente 8 giocatrici per provare nuovi schemi e testare la forma attuale. All’8’ minuto Bonansea porta a 4 le marcature bianconere intervenendo indisturbata di piatto al volo a centro area. Quando corre il 22’ le reti diventano 5 grazie alla neoentrata Franco che mette nel sacco da pochi passi sugli sviluppi di un corner.

Un minuto più tardi punizione da buona posizione per l’Orobica ma Luana Merli calcia alto. Sesto goal juventino al 29’ con la doppietta personale di Bonansea che elude sulla sinistra un’avversaria e mette di interno destro sul palo opposto. Le marcature vengono chiuse da un’altra neoentrata Aluko che di testa anticipa il portiere avversario. I due ultimi spunti di cronaca sono un tiro di Ghisi al 43’ bloccato con sicurezza dall’estremo difensore bianconero ed un’altra conclusione questa volta di Franco ribattuta da Bettineschi.

Alla fine il pesante passivo potrebbe far pensare ad una disfatta ma non è stato cosi. In un primo tempo finito 3 a 0 il divario ci sta tutto ma non è immenso anzi già il fatto di aver tenuto per tutta la frazione di gioco il ritmo della Juventus è un grande merito. Da rivedere la fase difensiva sulle palle inattive (4 dei 7 goal subiti su calci d’angolo, punizioni e rimesse) e da migliorare l’attenzione costante soprattutto in partite in cui ogni azione può essere determinante sia in fase offensiva che ovviamente e soprattutto in fase difensiva.

Ad ogni modo ulteriori segnali positivi soprattutto nell’atteggiamento della squadra che non è apparsa mai doma salvo negli ultimi minuti di gara.

Prossimo appuntamento in quel di Sedriano contro l’Inter.

F.C. JUVENTUS: Giuliani, Hyyrynen, Gama, Galli, Cernoia, Rosucci,Girelli, Bonansea, Ekroth, Salvai, Sikora.    A disposizione: Russo, Franco, Aluko, Boattin, Panzeri, Nick, Caruso. All.: Rita Guarino.

OROBICA CALCIO BERGAMO: Lonni (dal 20’ st Bettineschi), Milesi Giorgia, Fodri (dal 17’ st Tihsler), Vavassori, Barcella (dal 17’ st Czeczka), Foti, Segalini (dal 1’ st Viscardi), Merli Luana (dal 28’ st Michela Milesi), Merli Cristina (dal 26’ pt Piovani – dal 9’ st Assoni), Poeta (dal 40’ st Ghisi), Parsani. A disposizione: Bettineschi, Ghisi, Milesi Michela, Foti, Piovani, Viscardi, Czeczka, Tihsler, Zamboni. All.: Marianna Marini.

MARCATRICI: 19’ 23’ 41’ pt Girelli (J), 8’ 29’ st Bonansea (J), 22’ st Franco (J), 37’ st Aluko (J).

AMMONITA: 32’ pt Ekroth (J).